Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:13 METEO:PISTOIA9°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
mercoledì 26 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Letta: «Dobbiamo chiuderci in una stanza a pane e acqua per la soluzione»

Spettacoli lunedì 29 novembre 2021 ore 11:58

Quattro giorni ombelico del mondo world music

locandina

Prende il via il 2 Dicembre la prima edizione di Musiconnect Italy che porterà in città decine di protagonisti del settore da tutto il mondo



PISTOIA — Per quattro giorni Pistoia sarà ombelico dell'universo della world music. Sono più di 30 gli operatori musicali provenienti da tutto il mondo in arrivo in città per la prima edizione di Musiconnect Italy che si svolge dal 2 al 5 Dicembre alla Fortezza 59. Arriveranno dal Canada, dalla Spagna, dall’Irlanda, dall'Ungheria, dalla Norvegia, dagli Emirati Arabi, dalla Repubblica Ceca, dalla Polonia e dalla Slovacchia, oltre che dall’Italia naturalmente, per partecipare al primo incontro professionale italiano dedicato alla world music di casa nostra.

Durante la manifestazione, gli ospiti internazionali avranno modo di assistere a decine di showcase, con una specifica sezione riservata agli under 35 (MusiconNEXT), e di partecipare a vari incontri e conferenze. I live, in ordine di esibizione, saranno il 2 Dicembre quelli di Giovanni Seneca – Ecanes Quintetto, Riccardo Tesi & Banditaliana, Parafonè e Elettro Mascarimiri.

Il 3 Dicembre si prosegue con Rachele Andrioli, Alessandro D’Alessandro, Duo Valla Scurati, Still Life, Ars Nova Napoli, Stefano Saletti & Banda Ikona e Kalascima, mentre il giorno successivo toccherà a Davide Ambrogio, Arsene Duevi, Ilam, Suonno D'Ajere che tra l'altro presenteranno il loro nuovo album, e poi Maria Mazzotta, Ziad Trabelsi e Carthage Mosaik con un progetto inedito e Luca Bassanese & La piccola orchestra popolare

La chiusura, il 5 Dicembre, è affidata allo show case di Alessia Tondo. Gli Still Life sono in rappresentanza del Premio Andrea Parodi, il più importante contest europeo riservato alla musica world, che hanno vinto nella penultima edizione e che è partner di Musiconnect Italy.

Ma come e perché nasce Musiconnect Italy? L'obiettivo della kermesse è quello di sviluppare ed intensificare i rapporti con gli operatori internazionali della world music, consolidando e stimolando il loro interesse nei confronti di proposte musicali italiane. Connettere, insomma, appunto.

L'evento è organizzato da Italian World Beat e dall'Associazione Culturale Brodo con il patrocinio e la collaborazione di Comune di Pistoia, Nuovo Imaie, Mic e Audioimage e con il supporto logistico della Fortezza 59, dove si terrà la gran parte degli appuntamenti. Gode inoltre del fondamentale sostegno di Scena Unita - per i lavoratori della Musica e dello Spettacolo, un fondo privato gestito da Fondazione Cesvi in collaborazione con La Musica Che Gira e Music Innovation Hub.

La manifestazione, pur al suo debutto, conta sulle esperienze consolidate degli organizzatoi. Italian World Beat dal 2017 svolge attività di networking internazionale a favore degli operatori musicali italiani di area world e d’autore nelle principali fiere internazionali. Inoltre è tra i fondatori del progetto globale Musiconnect, nato nel 2018 in Canada. L'Associazione Culturale Brodo, a sua volta, è attiva nella città di Napoli come organizzatore di eventi culturali e musicali di elevata qualità in contesti museali.

Il risultato è una collezione di adesioni eccellenti, con operatori nazionali e internazionali tra cui Stephane Turcotte di MusiConnect Canada, Javier Jiménez per il Festival Boreal delle Isole Canarie, e ancora dal Canada Mercedes Caxaj dello Small World Festival, Alfredo Caxaj del Sunfest London Ontario e Daniela Nardi del Tempo Fest di Toronto.

Tra gli altri ospiti internazionali ecco poi Danny KilBride di Trac Cymru / Folk Development for Wales – European Folk Network, Jeremy Howard dell'irlandese Cultural Center of Letterkenny, Weyer Balàsz di Budapest Ritmo dall' Ungheria e dalla Norvegia Laura Camacho Salgado Alessandra Archetti Stolen dell'Oslo World.

Furat Quaddouri rappresenterà dagli Emirati Arabi il Sharjah World Music Festival, così come Jarmila Vickova del Womusk arriverà dalla Slovacchia, Toni Alvarez del Mercado Musical de Extremadura dalla Spagna così come Carles Sala Marzal del Coordinamento Cultura Viva – Fabrica de Creaciò Fabra i Coats. Ancora, Anna Masatova Conference Director Nouvelle Prague arriva a Pistoia dalla Repubblica Ceca, Piotr Pucylo di Globaltica Festival dalla Polonia e Imed Alibi del Festival International de Carthage dalla Tunisia.

Poi c'è la nutrita schiera di operatori italiani con Francesco Fodarella dell'Ariano Follk Festival dalla Campania così come Gigi Di Luca del Festival Ethnos, Giovanni Seneca dell'Adriatico Mediterraneo Festival dalle Marche, Saul Beretta di Suoni Mobili dalla Lombardia, Biagio Guerrera del Marranzano World Festival, Mario Gulisano dell'Alkantara Festival dalla Sicilia, Giuseppe Marasco di Calabria Sona appunto dalla Calabria.

Nutrita anche la delegazione toscana con Maurizio Busìa per Fabbrica Europa / Festival au Désert Firenze, Riccardo Zammarchi del Florence Folks Festival, Enrico Romero dell'Audiorium Flog e gioca in casa Giovanni Tafuro del Pistoia Blues.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
​I contagiati dal coronavirus sono emersi sia nella zona del capoluogo che in Valdinievole che in montagna. Due persone morte per Covid
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca