Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:38 METEO:PISTOIA18°34°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
martedì 16 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Addio a Piero Angela, il figlio Alberto: «È stato come vivere con Leonardo da Vinci»

Attualità lunedì 21 agosto 2017 ore 11:34

Vicinanza e solidarietà per don Biancalani

Dopo l'attacco a don Biancalani, avvenuto sui social network, coro di condanne per i commenti intolleranti verso prete pistoiese che aiuta profughi



FIRENZE — Sulla vicenda che ha creato scompiglio sulla pagina Facebook di don Massimo Biancalani arrivano i commenti di vicinanza e di solidarietà.

Come quello del senatore del Pd Vannino Chiti: "Don Massimo Biancalani, prete pistoiese, ha subito un vergognoso attacco da parte di Matteo Salvini e della Lega. Altri attacchi e commenti intolleranti e inaccettabili si sono susseguiti negli ultimi giorni. Atti di vandalismo sono stati compiuti contro i migranti che don Massimo ospita, facendogli svolgere attività sociale".

"Viene contestato - aggiunge Chiti - perché essendo un prete cerca di attuare il messaggio del Vangelo: predica e pratica l'accoglienza dei migranti, li aiuta a provare a sorridere alla vita. Come tanti preti del resto. E come un prete di tanti anni fa, don Lorenzo Milani, dice che la sua patria sono i più umili e che rifiuta razzismo e fascismo".

"Non stupisce l'attacco dei lepenisti alla Salvini né il silenzio del sindaco di Pistoia e della sua giunta di destra. Colpisce piuttosto il silenzio della Chiesa ufficiale e di tante comunità e parrocchie cristiane. Colpisce la disattenzione delle forze democratiche. Attenzione: lo dico per ognuno di noi. L'indifferenza non è una virtù. Apre ad un futuro che richiama un passato tragico e violento. Da non dimenticare mai", conclude il senatore del Pd.

Anche il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha espresso la sua solidarietà:"Voglio esprimere la mia solidarietà a don Massimo Biancalani, prete pistoiese, fatto oggetto di un vergognoso attacco da parte di Matteo Salvini, della Lega e di Fratelli d'Italia. La colpa di don Biancalani è avere portato in piscina un gruppo di giovani immigrati che avevano partecipato ad iniziative benefiche. Sento troppo silenzio su questa vicenda.
Apprezzo e condivido le considerazioni del senatore Vannino Chiti".

Vicinanza anche da Roma, è stata espressa dal deputato segretario di Possibile, Pippo Civati, e dal deputato di Sinistra italiana-Possibile, Andrea Maestri: "Esprimiamo la più profonda solidarietà e amicizia a Don Massimo Biancalani, parroco di Vicofaro a Pistoia, che per la sua opera di accoglienza verso i migranti è oggetto di scherno e vere e proprie aggressioni su Facebook e non solo. L'hate speach esce dal web e diventa la lama che taglia le ruote delle biciclette dei ragazzi accolti, di diverse origini e nazionalita'. Salvini, come aveva fatto con le 'rom frugatrici' di Follonica chiuse in un cassonetto da due dipendenti di un supermercato dileggiate e riprese mentre gridavano disperate, getta acido muriatico sulla convivenza civile delle persone".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Non si sono verificati nuovi decessi per il virus. L'incidenza giornaliera del contagio è la più bassa a livello regionale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità