Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:PISTOIA12°19°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Ad oggi l'Italia ha assegnato 11 milioni di vaccini: 3 milioni a Vietnam e Indonesia»

Attualità mercoledì 01 settembre 2021 ore 09:51

Via alle richieste per gli sconti Tari

bollettini tari

Famiglie e imprese da oggi possono avanzare domanda per le agevolazioni sulla tariffa dei rifiuti. Ecco come accedere alla misura di sostegno



QUARRATA — Sconti Tari: si parte. Da oggi, mercoledì 1 Settembre, famiglie e imprese potranno richiedere le agevolazioni sulla tariffa dei rifiuti 2021 previste dal Comune di Quarrata, per un totale complessivo di circa 500mila euro. 

Le attività che hanno subito variazioni e limitazioni alle aperture in ragione della pandemia da Covid-19, potranno godere di una riduzione della tariffa che sarà conteggiata nel saldo della Tari 2021 che arriverà a Novembre. A titolo di esempio, per attività come bar e estetista la tariffa sarà ridotta di oltre la metà, cioè di circa il 56%. A copertura di tali riduzioni il Comune dispone di un fondo di 302.035 euro.

Per ottenere lo sgravio, però, l’impresa dovrà presentare entro il 30 Novembre 2021 un’autocertificazione relativa alla chiusura o alla restrizione dell’attività al fine di rientrare tra quelle categorie alle quali spetta la riduzione. Per farlo sarà sufficiente andare sul sito del Comune, nella sezione dedicata in home page e seguire la procedura online, tramite autenticazione Spid o Cie.

In più, quest’anno, il Comune ha previsto altre agevolazioni per le famiglie con Isee basso, le quali possono presentare l’apposita domanda ad oggi fino al 18 Ottobre. Si prevede una riduzione fino al 100% della parte variabile della tariffa per quei nuclei familiari con Isee non superiore a 8.265 euro, oppure con almeno 4 figli a carico e Isee non superiore a 20.000 euro, oppure titolari del reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza. 

A tal fine, il Comune dispone di un fondo di 192.939,79 euro. In questo caso, però, la modalità di presentazione non sarà soltanto tramite i servizi online del Comune, ma per agevolare chi non ha dimestichezza con i mezzi telematici e in particolare le persone più anziane sarà possibile far pervenire la propria richiesta anche in modalità cartacea.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due operai sono rimasti coinvolti in un incidente sul lavoro mentre scaricavano del materiale da un automezzo in una ditta che tratta legname
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità