Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:52 METEO:PISTOIA19°25°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, gli operatori ecologici filmati mentre spargono rifiuti in strada: la denuncia social

Attualità mercoledì 23 giugno 2021 ore 12:25

Promosso il bilancio della Società della Salute

Anna Maria Celesti
Anna Maria Celesti

Con un valore di produzione che sfiora i 22 milioni di euro e un incremento di oltre 2,2 milioni, l'atto contabile 2020 ha avuto il via libera



PISTOIA — Con un valore di produzione che sfiora i 22 milioni di euro e un incremento di oltre 2,2 milioni, il bilancio di esercizio 2020 della Società della Salute pistoiese ha avuto il via libera all'unanimità da parte del consiglio comunale di Pistoia nella seduta di lunedì scorso. Il documento è stato presentato e illustrato da Anna Maria Celesti, vicesindaco e assessore alle politiche di tutela e promozione alla salute, nonché presidente della Sds.

Per quanto riguarda il conto economico al 31 dicembre 2020, Celesti ha evidenziato che il valore della produzione è stato di 21.929.713 euro, con un incremento di più di 2.200.000 euro rispetto all’anno precedente. Se allargato il confronto al 2017, si tratta di un importo superiore di circa 6.500.000 euro rispetto al valore della produzione al 31 dicembre 2017 e di circa 4 milioni di euro rispetto al valore della produzione previsto in fase di predisposizione del bilancio previsionale dell’annualità 2020. 

L’incremento di produzione rispetto al 2017 è riconducibile al progressivo conferimento di attività di ambito socio-assistenziale da parte dei Comuni soci (in modo particolare assistenza educativa familiare, assistenza scolastica e assistenza domiciliare) e dall’incremento di progetti finanziati dal Fondo sociale europeo.

"L’attività del 2020 – ha proseguito Celesti – è stata condizionata in maniera determinante dalla pandemia Covid-19, la quale ha influito sull’erogazione dei servizi ordinari, determinandone un decremento, ma allo stesso tempo ha comportato l’attivazione di servizi supplementari, avviati in base a disposizioni regionali e finanziati in vario modo".

Tra le molti voci illustrate, la presidente della Sds ha ricordato le risorse (140.479 euro) assegnate dalla Regione per l’attivazione di misure necessarie a garantire un supporto agli anziani; alcuni interventi specifici svolti a beneficio dei centri diurni per persone con disabilità (per 138.455 euro); le risorse aggiuntive (179.205 euro) erogate per sostenere gli enti gestori delle strutture semi-residenziali per persone con disabilità che, a causa dell’emergenza, hanno affrontato gli oneri derivati dall’adozione di sistemi di protezione del personale e degli utenti.

Ancora, Celesti ha passato in rassegna le risorse erogate dalla SdS (24.500 euro) per sostenere le azioni di dieci RSA impegnate a garantire al meglio la comunicazione tra gli ospiti presenti nelle strutture e i propri familiari; l’erogazione di risorse (92.767 euro) per interventi necessari a potenziare l’assistenza domiciliare socio assistenziale e sociosanitaria a favore di anziani fragili o non autosufficienti e con disabilità che, a causa della pandemia, si sono trovati in condizioni di ulteriore difficoltà.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I tamponi positivi emersi nelle ultime 24 ore non mostrano particolari picchi di concentrazione ma sono diffusi tra montagna, piana e Valdinievole
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Attualità

CORONAVIRUS