QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 21°24° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
giovedì 22 agosto 2019

Attualità lunedì 18 luglio 2016 ore 11:30

Il Vescovo: "San Jacopo sia festa di tutti"

Monsignor Fausto Tardelli scrive alla cittadinanza in vista della festa del santo patrono del 25 Luglio: "Celebriamo come un'unica famiglia"



PISTOIA — In vista delle celebrazioni liturgiche per il patrono della città, San Jacopo, il 25 Luglio, il vescovo Fausto Tardelli ha inviato a tutte le parrocchie e a tutti i pistoiesi una lettera con la quale invita a festeggiare in maniera unitaria.

"La devozione al santo apostolo credo ci debba unire e farci sentire un’unica famiglia. Insieme invocheremo l'intercessione di San Jacopo perché la nostra città sia una città di pace che sappia offrire al mondo una cultura della concordia operosa e della bellezza condivisa; pregheremo perché ci sia lavoro per tutti e le nostre famiglie vivano in armonia; supplicheremo perché il mondo trovi la via della pace, cessi il terrorismo, le violenze e le ingiustizie. Insieme chiederemo che si rinnovi e si intensifichi quel tratto significativo di Pistoia che è da sempre l’attenzione agli ultimi, a chi è nel bisogno, a chi per tanti motivi fa fatica a vivere, ai pellegrini e agli immigrati".

Monsignor Tardelli ha voluto ricordare il "comune senso di appartenenza cittadina", indispensabile per "partecipare costruttivamente al bene di questa grande città".

La festa del patrono San Jacopo di svolgerà nell’anno giubilare della Misericordia indetto da Papa Francesco. Per questo motivo, la sera del 24 Luglio, si svolgerà un pellegrinaggio da San Francesco alla Cattedrale passando attraverso la “porta Santa”.  Il 25 mattina poi, prevista la santa messa in Cattedrale.

"Invito tutta la diocesi a partecipare a questi momenti così significativi. In ogni parrocchia si celebri comunque la memoria di San Jacopo, pur nei modi che si riterranno più opportuni. Sono ben consapevole che una parte della nostra chiesa non ha tradizioni pistoiesi - scrive  Monsignor Tardelli - A tutti quelli che, pur abitando fra di noi, non comprendono la nostra devozione a San Jacopo oppure non condividono la fede cristiana, dico: comunque fate festa con noi, perché la nostra festa è per tutti e nessuno si deve sentire escluso: la fede infatti, più è intensa, profonda, chiara e solida, tanto più è capace di incontrare senza timore ogni uomo e donna amati dal Signore. Dunque, buon San Jacopo a tutti".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità