Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISTOIA19°36°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
giovedì 20 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Venezia Micaela Ramazzotti e il suo personal trainer Claudio Pallitto
A Venezia Micaela Ramazzotti e il suo personal trainer Claudio Pallitto

Cronaca lunedì 20 giugno 2022 ore 14:59

Misure cautelari ma col reddito di cittadinanza

La caserma della guardia di finanza di Pistoia
La caserma della guardia di finanza di Pistoia

Vagliando oltre 3.300 posizioni la Finanza è arrivata a denunciare 50 persone per aver perpito senza titolo sussidi per oltre 406mila euro



PROVINCIA DI PISTOIA — Erano sottoposti a misure cautelari per reati anche gravissimi come lo sfruttamento della prostituzione minorile e tratta e commercio di schiavi ma percepivano regolarmente il reddito di cittadinanza. Li ha scoperti la guardia di finanza di Pistoia che ha denunciato in tutto 50 persone per indebita percezione del sussidio per un importo complessivo di 406.553,82 euro.

L’indagine, diretta dalla procura pistoiese e condotta dalle Fiamme Gialle, ha portato a passare al vaglio oltre 3.300 posizioni. I 50 denunciati hanno omesso di dichiarare il fatto di essere destinatari di misure cautelari, loro o un familiare.

L’attività di verifica ha fatto emergere le posizioni ove c'era sovrapposizione temporale tra misura cautelare e percezione del reddito di cittadinanza. Tra le situazioni più peculiari rilevate quella della persona sottoposta a misura per sfruttamenteo della prostituzione minorile e tratta e commercio di schiavi, ma anche quella di un nucleo familiare che, sfruttando alcune criticità nelle procedure anagrafiche dei comuni di nascita e residenza, è riuscito ad ottenere due volte il reddito di cittadinanza per gli stessi individui.

E ancora, una delle persone denunciate avrebbe prodotto falsa dichiarazione e così continuava a percepire il beneficio anche mentre era sottoposto a misure cautelari. In un gruppo di soggetti destinatari della medesima ordinanza di custodia cautelare in materia di traffico di stupefacenti, molti percepivano il reddito.

Ancora, due nuclei familiari, per un totale di 7 persone, hanno percepito nell’arco di tempo preso in considerazione quasi 30.000 euro ciascuno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'inchiesta è partita dalle Marche ed ha portato la guardia di finanza anche in Toscana. Sequestri per oltre 15 milioni di euro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità