Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:PISTOIA12°19°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Ad oggi l'Italia ha assegnato 11 milioni di vaccini: 3 milioni a Vietnam e Indonesia»

Attualità mercoledì 30 giugno 2021 ore 11:28

Tutti i segreti del documentario in un festival

persona alla telecamera

L'arte di raccontare la realtà senza fronzoli fantastici è al centro delle tre serate in cui si svela come nascono i migliori reportage



PISTOIA — Il documentario è un racconto della realtà: “Film senza aggiunta di elementi fantastici”, secondo la Treccani. Ma che cosa significa? Per scoprirlo, rivelando tutti i segreti del genere filmico, ecco il Pistoia Docufilm Festival, tre serate organizzate per comprendere cosa sta dietro le quinte dei migliori reportage.

A realizzare l'iniziativa è l’Istituto storico della Resistenza di Pistoia insieme a Festival dei Popoli, Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e all’Aiso (Associazione Italiana di Storia Orale), con il contributo della Fondazione Cassa Di Risparmio Di Pistoia e Pescia. "Per imparare a vedere ciò che guardiamo - spiegano - registi ed esperti del mestiere incontreranno gli spettatori e la cittadinanza nella suggestiva cornice dell’Arena di Porta al Borgo". 

Gli incontri, con inizio alle 21,45, sono a ingresso gratuito e si parte la settimana prossima. Lunedì 5 Luglio il tema è Come se niente fosse: "L'antropologia visuale. il documentario, la sua produzione e la sua distribuzione. A partire dalla proiezione del film di Filippo Maria Gori [2020, durata: 30’] ci confronteremo su come produrre e distinguere contenuti di qualità e sulle sfide per la distribuzione di tali contenuti insieme al regista - illustra la presentazione - antropologo visuale di Pistoia e con la casa di distribuzioneOpen DDB – Distribuzione dal basso, la prima casa di distribuzione di produzioni indipendenti d’Europa.

Il lunedì successivo, 12 Luglio, tocca a Scherza con i fanti ovvero il documentario storico con al centro i fatti e le fonti audiovisive. "A partire dalla proiezione del film di Gianfranco Pannone [2019, durata: 73’] discuteremo su come realizzare documentari storici e come utilizzare le fonti diaristiche nella narrazione storica e cinematografica insieme al regista e con Giovanni Contini, presidente dell’IsrPt e già presidente di Aiso, nonché uno dei massimi studiosi in Italia del diario come fonte storica".

Gran finale il 19 Luglio, sempre di lunedì, con Sequenze sul G8: "Il documentario oggi: esperienze a confronto A partire dalla proiezione del film di Silvia Savorelli [2001, durata: 71’] concluderemo il festival con un confronto sull’utilizzo delle testimonianze nel documentario alla presenza della regista insieme ad esperti dell’Aiso, dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e del Festival dei Popoli.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due operai sono rimasti coinvolti in un incidente sul lavoro mentre scaricavano del materiale da un automezzo in una ditta che tratta legname
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità