Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:21 METEO:PISTOIA12°19°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Ad oggi l'Italia ha assegnato 11 milioni di vaccini: 3 milioni a Vietnam e Indonesia»

Attualità sabato 03 luglio 2021 ore 10:40

Per i vivaisti si apre l'era Ferrini

Francesco Ferrini
Francesco Ferrini

Era il candidato in pole alla presidenza del distretto ornamentale pistoiese e i pronostici hanno avuto ragione: Francesco Ferrini è stato eletto



PISTOIA — pronostici anche interni lo davano come candidato in pole per la posizione di vertice, e ieri l'assemblea al Circolo di Masiano ha confermato le previsioni: Franceso Ferrini è stato eletto come nuovo presidente del Distretto vivaistico ornamentale pistoiese. 

Ferrini è professore ordinario di Arboricoltura generale e coltivazioni arboree dell’Università di Firenze, fra i massimi esperti a livello internazionale di arboricoltura urbana, insignito nel 2019 dell’Award of Merit della International Society of Arboriculture (ISA) che è l'onore più alto alla carriera conferito dall’ISA, ma anche vincitore nel 2009 del premio Fabio Rizzi per l’impegno "nella ricerca e nella divulgazione delle conoscenze tecnico-scientifiche in materia di vivaismo e arboricoltura ornamentale, in continuo contatto con i produttori in tutto il mondo".

Francesco Ferrini era stato proposto dal presidente di Cia Toscana Centro Sandro Orlandini e non ha trovato candidature alternative in seno a un’assemblea distrettuale a cui non ha partecipato Coldiretti. Succede a Francesco Mati, che ha presieduto il Distretto delle piante per due mandati, dal 2015 ad oggi, durante i quali il vivaismo pistoiese ha saputo superare con forza vari momenti di crisi. 

Per Luca Magazzini, presidente dell’Associazione Vivaisti Italiani che è il soggetto referente del Distretto vivaistico ornamentale di Pistoia, "da Ferrini ci si aspetta un ulteriore salto di qualità scientifico nella divulgazione del settore vivaistico e dei benefici della produzione del verde per la salute e l’ambiente".

"Coloro che mi hanno preceduto – ha detto il neopresidente appena dopo l'elezione - hanno permesso di attuare le molteplici attività del Distretto che ne hanno garantito la crescita, pur in un contesto di crisi come quello degli ultimi anni. Per cui a loro va il mio personale ringraziamento, che penso sia condiviso da tutti. Le cose da fare sono tante perché semplicemente nell’ultimo anno e mezzo è cambiato tutto: è cambiata la prospettiva con cui si guarda al verde urbano".

Il presidente Ferrini, ha già evidenziato alcuni punti programamtici fondamentali per la asua azione: centralità dei vivai, visibilità del distretto, internazionalità, investimenti nella ricerca e informatizzazione.

Soddisfazione per l'elezione di Ferrini è stata espressa dal presidente di Confagricoltura Pistoia Andrea Zelari: "Francesco Ferrini – afferma – è una figura di spessore nazionale e internazionale nell’ambito dell’arboricoltura urbana e delle coltivazioni arboree e allo stesso tempo trasversale nel mondo associativo e produttivo, capace quindi di rappresentare unitariamente il vivaismo pistoiese in Italia e nel mondo".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due operai sono rimasti coinvolti in un incidente sul lavoro mentre scaricavano del materiale da un automezzo in una ditta che tratta legname
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS