Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:15 METEO:PISTOIA16°19°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
domenica 02 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Strage allo stadio di Malang (Indonesia): 182 morti dopo l'invasione di campo

Attualità mercoledì 16 dicembre 2015 ore 06:30

Dopo l'amianto i benefici previdenziali

Delle novità proposte nell'emendamento approvato in Commissione bilancio alla Camera potrebbero usufruire anche i lavoratori pistoiesi



PISTOIA — Il problema è quello dei lavoratori che hanno prestato attività nei siti produttivi durante le operazioni di bonifica dell'amianto senza essere dotati degli equipaggiamenti di protezione necessari. A loro potrebbero essere riconosciuti i benefici previdenziali previsti dalla legge 27 marzo 1992, n. 257 per il periodo corrispondente alla bonifica.

Potrebbe, perché l'emendamento firmato dai deputati Fanucci, Bini e Parrini e approvato dalla Commissione bilancio della Camera ha appena iniziato il suo iter e dovrà passare al vaglio dell'aula di Montecitorio e poi di quella del Senato. 

L'approvazione è avvenuta nell'ambito dell'esame della legge di stabilità e riguarda, appunto, l'estensione dei benefici previdenziali anche ai lavoratori del settore della produzione di materia rotabile ferroviario. 

“Un risultato atteso da tempo – spiegano in una nota i deputati a cui si aggiungono i consiglieri regionali Massimo Baldi e Marco Niccolai - di cui, se la legge verrà approvata, potranno beneficiare anche i lavoratori di Ansaldo Breda. Il problema dell’amianto riguarda l’intero territorio nazionale, compresa la realtà pistoiese degli stabilimenti Ansaldo Breda".

Questi gli stanziamenti previsti. Un fondo presso il Ministero del lavoro con dotazione pari a 5,5 milioni di euro per il 2016, 7 milioni di euro per il 2017, 7,5 milioni di euro per il 2018. Dal 2019 in poi verrà garantita una dotazione di 10 milioni di euro. 

Previsto un fondo specifico anche per gli eredi di chi è deceduto a seguito di patologie subentrate per esposizione all’amianto. Prevista una dotazione di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2016, 2017 e 2018. 

 “Se la misura verrà approvata in via definitiva - conclude la nota - il Ministero del Lavoro, di concerto con quello dell’Economia, stabilirà entro 60 giorni dall’approvazione della Legge le modalità di attuazione dell’emendamento."


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Curva epidemiologica stabile nella provincia di Pistoia dove i casi di contagio restano superiori ai 100 positivi rilevati nell'arco delle 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità