Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:PISTOIA12°19°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Ad oggi l'Italia ha assegnato 11 milioni di vaccini: 3 milioni a Vietnam e Indonesia»

Attualità mercoledì 03 settembre 2014 ore 17:09

Palio degli arceri, conto alla rovescia

Presentazione in consiglio regionale per la 37ma edizione della sfida fra i quattro rioni di Pescia, in programma per il 7 settembre in piazza Mazzini



FIRENZE — Il programma delle rievocazioni storiche è stato illustrato nella sede del consiglio regionale dal sindaco di Pescia Oreste Giurlani con i consiglieri regionali Eugenio Giani e Aldo Morelli e l'assessore comunale Barbara Vittiman.

Nel Palio di Pescia c’è l’espressione di una città che ha avuto un ruolo importante nella storia della Toscana. Mi riferisco al periodo tra il medioevo e il rinascimento, quando il fiorino era la moneta d’Europa”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale Eugenio Giani introducendo la conferenza stampa di presentazione della 37a edizione del Palio di Pescia, svoltasi questa mattina nella sala Montanelli di palazzo Panciatichi. La manifestazione, ha ricordato lo stesso Giani, vivrà il suo culmine domenica 7 settembre con il Torneo degli Arcieri dei quattro rioni cittadini. “È positivo che Pescia abbia saputo ricostruire questa rappresentazione storica”, ha aggiunto, “che è tra le poche che affonda le sue radici su tradizioni storiche vere. È un’attrattiva turistica e culturale che esalta il borgo medievale della città e la vicina presenza del giardino e della villa di Collodi”.

Il sindaco di Pescia, Oreste Giurlani, ha ricordato il legame storico con Firenze e ha auspicato “che la festa bellissima che animerà la città per tutta la settimana possa attrarre turisti e cittadini dal resto della Toscana, perché noi speriamo che la nostra festa sia per Pescia un’occasione di rilancio economico e culturale. Per questo – ha aggiunto – a chi mi chiede se in tempi di crisi è giusto sostenere questo tipo di iniziative, rispondo in modo affermativo, anche perché quesi tutta l’organizzazione si basa sul volontariato. Sarebbe assurdo non sostenere un evento che coinvolge tutta la cittadinanza”.

Secondo Aldo Morelli, il Palio “è un’occasione attraverso la quale la città può riconquistare un proprio ruolo in Toscana”. E ha aggiunto: “All’estero valorizzano le testimonianze storiche lasciate dai romani con continue manifestazioni culturali. Sarebbe assurdo che noi, che abbiamo lasciato nel mondo testimonianza della nostra civiltà, non ravvivare i nostri centri storici con eventi che hanno tradizione storica e culturale importante”.

Alla conferenza stampa, insieme a una rappresentanza in costume dei rioni che domenica si sfideranno in una gara di tiro con l’arco, è intervenuta anche l’assessore al turismo e alla cultura di Pescia, Barbara Vittiman, che ha ricordato che il Palio è “un evento vissuto con una passione vera” e che “i rioni rappresentano un momento di crescita sano per le nuove generazioni”.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due operai sono rimasti coinvolti in un incidente sul lavoro mentre scaricavano del materiale da un automezzo in una ditta che tratta legname
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità