Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PISTOIA17°22°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)

Attualità venerdì 22 marzo 2024 ore 18:45

Piccoli lettori crescono, ma le biblioteche non li aiutano

bambino legge

Sono meno di metà le strutture toscane che affermano di aver tenuto attività dedicate ai minori, ma il dato è comunque fra i migliori d'Italia



TOSCANA — Piccoli lettori crescono, e leggerebbero anche volentieri specialmente se inseriti in un contesto familiare in cui gli adulti si mostrano con libri in mano. Ma le bilioteche li aiutano? Beh non molto, visto che nel 2022 meno della metà di quelle presenti in Toscana ha dichiarato di aver svolto attività dedicate ai minori.

Il dato emerge da una ricognizione nazionale effettuata dalla Fondazione Openpolis su base dati Istat relativi appunto al 2022, in cui sono state sondate la presenza di bilioteche sui territori rispetto al numero di bambini e ragazzi ma anche l'offerta di attività rivolte ai giovani lettori.

Ebbene: malgrado siano state il 49,1% le biblioteche toscane che hanno dichiarato di aver svolto laboratori e attività didattiche specificamente dedicate ai gruppi scolastici, il dato supera comunque la media nazionale (47%) e colloca la Toscana fra le regioni più virtuose d'Italia.

La percentuale più elevata è raggiunta in Trentino-Alto Adige (69,3%), poi ecco Lombardia (60,5%), Sardegna (60,3%), Emilia-Romagna (60%), Veneto (57,6%), Friuli-Venezia Giulia (56,7%), Umbria (52,9%), Toscana (49,1%) e Valle d’Aosta (48,3%). Agli ultimi posti si trovano Calabria (27,1%), Campania (25,2%) e Molise (20,7%).

Ma tornando alla Toscana, su quante biblioteche possono contare i lettori giovani e giovanissimi almeno nei capoluoghi di provincia? Ecco i dati forniti da Openpolis, relativi al 2021.

  • Arezzo: 6 biblioteche di cui 1 rivolta specificamente a bambini e ragazzi come categoria di utenza principale - numero ogni 10mila minori residenti: 4,3 (0,7 considerando solo quelle che hanno i minori come utenza principale)
  • Carrara: 3 biblioteche di cui nessuna rivolta specificamente a bambini e ragazzi come categoria di utenza principale - numero ogni 10mila minori residenti: 3,8 (0 considerando solo quelle che hanno i minori come utenza principale)
  • Firenze: 80 biblioteche di cui 1 rivolta specificamente a bambini e ragazzi come categoria di utenza principale - numero ogni 10mila minori residenti: 15,7 (0,2 considerando solo quelle che hanno i minori come utenza principale)
  • Grosseto: 4 biblioteche, di cui nessuna rivolta specificamente a bambini e ragazzi come categoria di utenza principale - numero ogni 10mila minori residenti: 3,4 (0 considerando solo quelle che hanno i minori come utenza principale)
  • Livorno: 20 biblioteche, di cui 2 rivolte specificamente a bambini e ragazzi come categoria di utenza principale - numero ogni 10mila minori residenti: 9 (0,9 considerando solo quelle che hanno i minori come utenza principale)
  • Lucca: 17 biblioteche, di cui 1 rivolta specificamente a bambini e ragazzi come categoria di utenza principale - numero ogni 10mila minori residenti: 13,2 (0,8 considerando solo quelle che hanno i minori come utenza principale)
  • Massa: 3 biblioteche, di cui nessuna rivolta specificamente a bambini e ragazzi come categoria di utenza principale - numero ogni 10mila minori residenti: 3,3 (0 considerando solo quelle che hanno i minori come utenza principale)
  • Pisa: 12 biblioteche, di cui nessuna rivolta specificamente a bambini e ragazzi come categoria di utenza principale - numero ogni 10mila minori residenti: 10,2 (0 considerando solo quelle che hanno i minori come utenza principale)
  • Pistoia: 12 biblioteche, di cui nessuna rivolta specificamente a bambini e ragazzi come categoria di utenza principale - numero ogni 10mila minori residenti: 9,3 (0 considerando solo quelle che hanno i minori come utenza principale)
  • Prato: 17 biblioteche, di cui nessuna rivolta specificamente a bambini e ragazzi come categoria di utenza principale - numero ogni 10mila minori residenti: 5,3 (0 considerando solo quelle che hanno i minori come utenza principale)
  • Siena: 6 biblioteche, di cui nessuna rivolta specificamente a bambini e ragazzi come categoria di utenza principale - numero ogni 10mila minori residenti: 8,2 (0 considerando solo quelle che hanno i minori come utenza principale)

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno