Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:00 METEO:PISTOIA14°23°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro 2024, quali sono le squadre favorite per la vittoria

Attualità venerdì 31 maggio 2024 ore 08:00

Alberi in città, la classifica delle più verdi

viale alberato

Il rapporto alberi-cittadini migliora in ottica green, ma corre anche il consumo di suolo: in 15 anni asfaltato l'equivalente di 6.300 campi di calcio



TOSCANA — Arezzo è fra le città italiane con più alberi per cittadino, prima in una Toscana dove gli agglomerati urbani migliorano il loro rapporto alberi-residenti a fronte però di un consumo di suolo che corre incessantemente: in 15 anni l'asfalto ha coperto l'equivalente di 6.300 campi di calcio. E' questo ciò che emerge dall'elaborazione effettuata da Coldiretti Toscana su base dati Istat.

L'equazione salva-città rispetto all'emergenza climatica e all'inquinamento è chiara: più alberi, più verde e meno cemento. In Toscana negli ultimi anni è cresciuto il rapporto alberi-cittadini (20,8 ogni 100 abitanti a fronte dei 19,9 di un anno prima) così come il verde urbano a disposizione (24,6 metri quadrati a testa rispetto ai 23,3 di cinque anni fa), ma è cresciuto contestualmente il suolo consumato per realizzare nuove costruzioni, capannoni, strade (+4.400 ettari in 15 anni)

Il cambio di rotta c'è. Ma è sufficiente? “Gli sforzi e gli investimenti sul fronte della riforestazione urbana e della creazione di polmoni verdi nelle città si scontrano con l’avanzare della cementificazione selvaggia che viaggia purtroppo a ritmi insostenibili", spiega Letizia Cesani, presidente Coldiretti Toscana.

Complice la spinta impressa dal Pnrr, in Toscana il quadro generale nei capoluoghi è migliorato. Nelle aree urbane sono censiti 251mila alberi, con Arezzo che si conferma la città con il rapporto alberi-residenti tra i più alti in Italia ed il più alto della Toscana con 42 piante ogni 100 cittadini. A seguire, al secondo posto Siena (29 ogni 100 abitanti) e al terzo Massa (24,1). 

Poi ancora ecco  Grosseto e Pisa (entrambe 21,7), Firenze (20,6), Prato (14,3), Livorno (14,3), Pistoia (13,8) e Lucca (6,8). 

Il trend positivo trova riscontro nella creazione di nuove aree verdi, anche se il dato medio nazionale è ancora molto distante (32,8 metri quadrati per abitante). In cinque anni il verde a disposizione di ogni singolo cittadino è passato da 23,36 metri quadrati agli attuali 24,6 metri quadrati. 

L’equazione si 'inceppa' però sul consumo di suolo: tra il 2006 ed il 2022 è stata asfaltata un’area grande come quasi 6.300 campi da calcio, con il cemento che ha divorato quasi 142mila ettari, pari al 6,17% della superficie regionale.

Tutto questo in un contesto scientifico che ha universalmente acclarato come la presenza di aree verdi, rammenta Coldiretti Toscana, siano un baluardo contro il caldo, considerando che un parco di grandi dimensioni può abbassare il livello di calore da 1 a 3 gradi rispetto a zone dove non ci sono piante o ombreggiature verdi. 

Gli alberi mangiano lo smog, sono filtri naturali, riducono il rischio di allagamenti e frane e rinfrescano gli ambienti in cui si trovano grazie sia all’ombreggiatura che creano e sia alla traspirazione e fotosintesi del fogliame diventando dei grandi condizionatori naturali: un’area verde urbana di 1.500 metri quadrati raffredda in media 1,5 gradi e propaga i suoi positivi effetti a decine di metri di distanza.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle strutture i cittadini con patologie potranno fare esercizio fisico mirato con professionisti qualificati. Via libera dal Consiglio regionale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità