Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:25 METEO:PISTOIA21°34°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
mercoledì 10 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni si rivolge alla stampa estera in tre lingue: «No a svolta autoritaria, noi siamo democratici»

Attualità venerdì 19 marzo 2021 ore 11:50

La vita dopo l'Unità nei volumi restaurati

Uno dei volumi restaurati
Uno dei volumi restaurati

Ci sono anche i primi due censimenti della popolazione della comunità di Tizzana fra i documenti storici che adesso tornano accessibili



QUARRATA — La vita di Tizzana dopo l'Unità d'Italia disegnata dai due primi censimenti della popolazione datati 1861 e 1871 e lo Statuto in pergamena del 1620: sono i tre volumi che tornano accessibili dopo il restauro realizzato dalla biblioteca Michelucci di Quarrata nell progetto Identità e memoria finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia nell’ambito del bando 2019 Restauro e valorizzazione del patrimonio artistico. La biblioteca di Quarrata vi ha partecipato, insieme ad altri 11 istituti della rete documentaria di Pistoia, per un finanziamento complessivo di oltre 47 mila euro.

Grazie a questo progetto la biblioteca Michelucci ha potuto far restaurare tre opere fondamentali per la storia del territorio: i primi due censimenti della popolazione della comunità di Tizzana effettuati dopo l’Unità d’Italia (1861 e 1871), che avevano subito seri danni risalenti all’ultimo conflitto mondiale, dovuti all’umidità, alla polvere e ai topi, e lo Statuto in pergamena del 1620, che aveva macchie estese, dorso lacero e legatura rovinata.

I censimenti fotografano il dettaglio della realtà sociale del territorio e rappresentano una fonte storica di primaria importanza sulla composizione anagrafica, sul grado di scolarizzazione e sulla conoscenza della lingua ma anche sulle professioni svolte e le religioni professate, nonché sullo stato di salute dei cittadini, e si prestano a un ampio ventaglio di studi e approfondimenti.

La lettura degli statuti fornisce invece un quadro molto articolato delle singole strutture amministrative e quindi uno spaccato della vita quotidiana dell'epoca che in questo caso va dal 1538 al 1721, visto che il volume del 1620 è una copia del 1538 con aggiunte successive che forniscono informazioni sulle esigenze locali e sulla vivacità politica del territorio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo, 48 anni, è stato soccorso e trasportato d'urgenza in ospedale. Qui però è deceduto poco dopo l'arrivo: troppo gravi i traumi riportati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca