Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:25 METEO:PISTOIA21°34°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
mercoledì 10 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni si rivolge alla stampa estera in tre lingue: «No a svolta autoritaria, noi siamo democratici»

Attualità giovedì 24 febbraio 2022 ore 15:32

Il Pistoiese dalla parte della pace in Ucraina

La manifestazione del 19 Febbraio a Pistoia
La manifestazione del 19 Febbraio a Pistoia
Foto di: Libera Pistoia / Facebook

Dopo l'invasione territorio ucraino da parte delle truppe russe si moltiplicano iniziative e prese di posizione per dire "no alla guerra"



PROVINCIA DI PISTOIA — Già sabato scorso a Pistoia era iniziata la mobilitazione provinciale per la pace, con la manifestazione promossa da Peacetoia in piazza Duomo. Adesso però, dopo l'invasione dell'Ucraina da parte delle truppe russe la notte scorsa, si moltiplicano iniziative e prese di posizione per ribadire il no alla guerra.

Sabato prossimo 26 Febbraio il presidio si sposta a Quarrata, in piazza Risorgimento alle 16, tutti sotto il segno di un'unica bandiera: quella della pace. L'iniziativa è promossa da oltre 20 associazioni di Quarrata e della piana pistoiese.

Intanto per stasera alle 21 la federazione pistoiese di Sinistra Italiana ha organizzato un incontro al circolo Garibaldi di Corso Gramsci 22 sotto il motto "No alla guerra, sì alla pace in Ucraina e nel mondo".

Il sindaco di Montecatini Terme Luca Baroncini affida ai social la sua riflessione: "Vedere queste immagini mi fa stare male. Voglio fare politica fino a che avrò forza per lasciare ai nostri figli, attraverso il mio piccolo e certamente insufficiente sforzo, un mondo un po’ migliore di questo. Certamente un mondo senza guerre", scrive.

A Pescia Oreste Giurlani bolla come "inaccettabile la guerra scatenata dalla Russia" annunciando la propria adesione al presidio contro la guerra in Ucraina organizzato per le 19 a Scandicci dai sindaci della Città metropolitana di Firenze e dalla Regione con l'adesione di Anci Toscana.

Da Coldiretti Pistoia si leva la preoccupazione per le conseguenze di prospettiva legate anche all'export di settore: "Vivaismo: export di piante da Pistoia verso le Repubbliche ex Sovietiche era in fortissima crescita col +72% nel 2021. A rischio 13,5 milioni di export. Come cittadini e come imprenditori esprimiamo la nostra preoccupazione per le conseguenze a breve, medio e lungo periodo: dirette e indirette", scrive l'associazione provinciale degli agricoltori in un post su Facebook che ricapitola l'esame articolato in una nota.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo, 48 anni, è stato soccorso e trasportato d'urgenza in ospedale. Qui però è deceduto poco dopo l'arrivo: troppo gravi i traumi riportati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca