Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:52 METEO:PISTOIA20°24°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, gli operatori ecologici filmati mentre spargono rifiuti in strada: la denuncia social

Attualità mercoledì 07 luglio 2021 ore 12:44

Chirurgia multiorgano per rimuovere due tumori

intervento chirurgico

In un'inica sessione operatoria laparoscopica, due équipe di Pistoia e di Pescia hanno asportato due lesioni neoplastiche a retto e fegato



PISTOIA / PESCIA — Un'unica seduta operatoria e doppia équipe con chirurghi degli ospedali di Pescia e Pistoia per eseguire un complesso intervento chirurgico a due organi. La paziente, di 71 anni, è ora ricoverata al San Jacopo ed è in buone condizioni di salute dopo la sessione operatoria praticata nei giorni scorsi. All'intervento chirurgico combinato di resezione intestinale ed epatica hanno partecipato le due équipe di Chirurgia Generale degli Ospedali San Jacopo di Pistoia e Santi Cosma e Damiano di Pescia.

La paziente è stata valutata presso il presidio ospedaliero pesciatino. Qui le è stata diagnosticata una voluminosa neoplasia del retto adesa ai vasi iliaci sinistri con metastasi epatica. Per tale motivo è stata centralizzata a Pistoia, dove in un tempo unico sono state asportate entrambe le lesioni con tecnica mini-invasiva.

La fase della chirurgia rettale è stato eseguito dal gruppo di Sandro Giannessi, direttore dell'Area aziendale specialistiche chirurgiche, con il dottor Vannucchi, la dottoressa Di Bella (Pescia) e la dottoressa Cecchi, mentre la chirurgia epatica è stata condotta dal dottor Massimo Fedi con la dottoressa Sara Riccadonna e la dottoressa Benedetta Pesi (Pescia). 

Il delicato intervento chirurgico è stato effettuato in un tempo unico e totalmente in laparoscopia, insieme agli anestesisti e al personale infermieristico del Blocco Operatorio di Pistoia.

"Mi complimento con i chirurghi che hanno eseguito il duplice intervento - ha dichiarato il direttore del Dipartimento aziendale specialistiche chirurgiche, dottor Stefano Michelagnoli - con enormi benefici per la paziente che non ha dovuto attendere tra un intervento e l'altro con possibile aggravamento del quadro clinico, non è stata costretta a subire una doppia anestesia e non ha dovuto affrontare due volte i postumi post-operatori. L'esecuzione di intervento chirurgico nello stesso momento a organi diversi nel caso di patologie tumorali è anche frutto di una chirurgia collaborativa tra professionisti e la disponibilità di strumenti all'avanguardia di cui sono dotati i nostri ospedali".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I tamponi positivi emersi nelle ultime 24 ore non mostrano particolari picchi di concentrazione ma sono diffusi tra montagna, piana e Valdinievole
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Attualità

CORONAVIRUS