Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:PISTOIA10°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
martedì 29 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Migranti: 10 anni di errori, ipocrisie, propaganda e il falso problema delle Ong

Attualità giovedì 09 dicembre 2021 ore 14:17

L'addio a Lina Wertmüller del teatro pistoiese

La scena dello spettacolo "La vedova scaltra" di Goldoni prodotto dall'Associazione Teatrale Pistoiese nl 2007, con la regia di Lina Wertmüller e le scene e costumi, firmate dal marito Enrico Job

L’Associazione Teatrale Pistoiese ricorda la grande regista Lina Wertmüller. La grande artista che aveva 93 anni si è spenta nella notte a Roma



PISTOIA — E' morta Lina Wertmuller. La regista aveva 93 anni si è spenta nella notte a Roma. Era nata il 14 agosto 1928 ed aveva firmato film come "Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare di agosto", "Pasqualino settebellezze", "Mimì metallurgico" segnando la storia della commedia italiana. Di recente era stata insignita del Premio Oscar.

L'Associazione Teatrale Pistoiese e il Teatro Manzoni si associano al lutto che ha colpito il mondo dello spettacolo italiano. Nella sua lunga carriera, la regista si è di rado misurata con il Teatro, ma in più occasioni le strade della Wertmüller e dell’Atp si sono in vario modo intrecciate.

La prima volta, nel 1994, avrebbe dovuto debuttare, infatti, al Manzoni di Pistoia, dopo alcuni giorni di permanenza in città per le prove, con il suo testo “L’esibizionista”, protagonisti il compianto Luca De Filippo e Athina Cenci: un incidente occorso in scena a Giuliana Calandra fece saltare la prima pistoiese del lavoro. Meglio andò l’anno successivo, al Teatro Pacini di Pescia, quando allestì il debutto di “Gianni Ginetta e gli altri”, ‘piccolo musical da camera’ da lei scritto per Amanda Sandrelli e per il nipote Massimo Wertmüller.

Al Manzoni tornò nel 2002 un suo spettacolo (la versione teatrale di “Storia d’amore e d’anarchia” con Elio e Giuliana De Sio, nei ruoli ricoperti al cinema da Giancarlo Giannini e Mariangela Melato) ma la regista non era presente.

È stato poi nel 2007 che – su intuizione di Raffaella Azim, protagonista e coproduttrice de “La vedova scaltra”, produzione dell’Associazione Teatrale Pistoiese – Lina Wertmüller fu chiamata a lavorare a Pistoia per circa 40 giorni alla regia dello spettacolo, coadiuvata dal marito Enrico Job per scene e costumi: ci ricordiamo ancora l’enorme letto bianco della vedova Rosaura, fulcro della regia dello spettacolo (che debuttò poi a metà Luglio alla Biennale del Teatro di Venezia, nell’ambito delle celebrazioni goldoniane) e il tono “champagnino” che chiedeva alla recitazione degli attori.” (Saverio Barsanti, Direttore artistico Associazione Teatrale Pistoiese)

in allegato: foto della scena dello spettacolo "La vedova scaltra" di Goldoni prodotto dall'Associazione Teatrale Pistoiese nl 2007, con la regia di Lina Wertmüller e le scene e costumi, firmate dal marito Enrico Job


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato bloccato dagli agenti in servizio nell'ufficio immigrazione, uno dei quali è rimasto contuso durante le operazioni di fermo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca