Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PISTOIA13°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
domenica 11 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Principe Filippo, colpi a salve di cannone in tutto il Regno Unito

Attualità venerdì 02 aprile 2021 ore 19:31

Ospedali pronti all'aumento di letti Covid

infermieri covid

Il direttore generale della Asl Morello Marchese fa il punto, attualmente il 45% dei ricoverati nella rete ospedaliera è affetto da Coronavirus



PISTOIA / FIRENZE / PRATO — Attualmente il 45% dei ricoverati nella rete ospedaliera della Asl Toscana Centro comprendente le province di Firenze, Pistoia e Prato si trova in corsia per Covid-19. Così gli ospedali sono pronti ad aumentare la disponibilità di letti dedicati al Coronavirus già da dopo Pasqua. A fare il punto della situazione è il direttore generale della Asl Centro Paolo Morello Marchese.

Negli ospedali aziendali, spiega, "il tasso di occupazione Covid è del 45% e la situazione ancora non ha raggiunto il livello più alto dello scorso novembre, ma siamo vicini come occupazione letti per pazienti Covid, mentre anche Careggi sta implementando i suoi letti".

Al momento i letti Covid occupati nei reparti ordinari sono 708 a fronte del picco di 750 registrato a novembre. 95 poi i letti Covid occupati in terapia intensiva. In caso di necessità, i posti letto ordinari vengono progressivamente convertiti in Covid. "Incrementiamo i posti mano a mano - precisa Paolo Morello Marchese - non teniamo mai liberi troppi letti, perché servono per i 'no Covid'. Per questo la percentuale di occupazione dei letti Covid è sempre molto alta, tra il 90% e il 97%. Al momento siamo intorno al 95%". 

"Abbiamo un ulteriore piano di incremento di posti - annuncia Marchese - che va dal giorno di Pasqua fino a mercoledì prossimo". Già nelle scorse settimane, con la sospensione dell'attività' di chirurgia programmata, le stanze delle chirurgie sono state destinate al Covid coinvolgendo anche il personale chirurgico. 

"L'andamento dei positivi è alto ma stabile - conclude Paolo Morello Marchese - quello dei ricoveri è costante ma non ha l'impennata avuta all'inizio, ha le caratteristiche di un'onda che ha raggiunto un plateau, se è così con la zona rossa dovremmo vedere fra qualche giorno il primo segnale di riduzione della pressione sui pronto soccorso".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Coronavirus, non si arresta la scia delle vittime in provincia di Pistoia. 105 nuove positività accertate nelle ultime 24 ore
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca