Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:53 METEO:PISTOIA20°31°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
lunedì 14 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
40,5 mln di italiani in zona bianca, le regole

Attualità sabato 02 maggio 2020 ore 12:30

Attività chiuse, Quarrata riduce la Tari

il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la proposta della Giunta comunale per la modifica dell’attuale regolamento



QUARRATA — Quarrata riduce la tariffa sui rifiuti per tutte quelle attività, sia commerciali che artigianali, che sono rimaste chiuse per il lockdown imposto per il contenimento del contagio da Coronavirus.

Martedì 28 aprile il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la proposta della Giunta comunale per la modifica dell’attuale regolamento sulla Tari, necessaria a consentire, attraverso una successiva deliberadi giunta, la riduzione della tariffa sui rifiuti per tutte quelle attività che sono state chiuse in ottemperanza ai Dpcm e alle ordinanze regionali.

Per il periodo nel quale sono rimaste chiuse, tali imprese avranno una riduzione della Tari. La riduzione della tariffa sarà calcolata in fase di conguaglio, ovvero nella terza rata della Tari, prevista in scadenza a dicembre.

“Le attività che non hanno potuto lavorare durante questo periodo – spiega l’assessore al bilancio del Comune di Quarrata Patrizio Mearelli – non hanno ovviamente neppure prodotto rifiuti, pertanto, come Amministrazione, riteniamo che sia giusto ridurre il pagamento della Tari per il periodo di chiusura. Si tratta anche di una forma di sostegno e di vicinanza a queste imprese che sono state duramente colpite dal punto di vista economico dalla chiusura imposta dal lockdown”.

Nella seduta dello scorso 16 marzo, il Consiglio Comunale aveva già ha approvato, su proposta della Giunta, il posticipo della prima rata della Tari dal 31 marzo al 30 maggio (le successive scadenze rimangono al 31 agosto e al 3 dicembre 2020). Con ordinanza sindacale del 1 aprile era poi stata posticipata dal 30 aprile al 30 giugno la scadenza per il pagamento del Cosap relativo a passi carrabili, chioschi, dehors, mercati.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da inizio epidemia le vittime sono state 627. Quasi 23mila persone residenti in provincia di Pistoia hanno contratto il virus
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità