Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:33 METEO:PISTOIA13°25°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
lunedì 10 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Treviso, incidente deltaplano: il video della tragedia

Cronaca lunedì 03 maggio 2021 ore 22:00

Operaia muore in fabbrica, lascia un bimbo

La tragedia è avvenuta in un'azienda tessile. La vittima aveva 22 anni, abitava a Pistoia con la famiglia. Inutili i soccorsi



MONTEMURLO — Ha perso la vita a 22 anni incastrata nel macchinario tessile a cui stava lavorando. E' accaduto stamani in un'azienda tessile del Pratese, sul territorio comunale di Montemurlo. La vittima, Luana D'Orazio, era una giovane operaia residente a Pistoia, madre di un bambino.

La chiamata con richiesta di soccorso è arrivata alla centrale operativa alle 9,50. Si sono precipitati sul posto l'ambulanza del 118, i vigili del fuoco, i carabinieri di Montemurlo. Ma niente: per la ragazza non c'è stato nulla da fare, era già morta.

Sull'incidente la Asl Centro ha aperto un'inchiesta. Secondo una prima e ancora frammentaria ricostruzione dell'accaduto, la ragazza stava lavorando quando è rimasta incastrata in un macchinario, un orditoio, che non le ha lasciato scampo e che adesso è sotto sequestro. La salma è stata trasferita all'obitorio di Pistoia per l'autopsia disposta dal sostituto procuratore Carolina Dini.

"E' inconcepibile continuare a morire sul lavoro. È ancor più inaccettabile la morte di lavoratori giovanissimi, oggi di una giovanissima madre" hanno scritto i sindacati Cgil, Cisl e Uil e Filctem, Femca in un comunicato congiunto.

Sul fatto è intervenuto anche il sindaco di Montemurlo, Simone Calamai, presente sul luogo della tragedia, "è una tragedia che colpisce tutta la comunità montemurlese e mi stringo in segno di cordoglio, anche a nome di tutta l'amministrazione comunale, alla famiglia della giovane".

"Non si può morire sul lavoro a nessuna età" ha scritto in un post il presidente della Toscana Eugenio Giani "continueremo ad impegnarci costantemente per la tutela del lavoro, per tutti e sicuro".

In serata il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi ha rivolto il suo cordoglio alla famiglia a nome dell'intera città, esprimendo "dolore immenso davanti a simili eventi, inaccettabili, che ancora continuano ad accadere".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da inizio epidemia quasi 22mila persone residenti in provincia hanno contratto il virus. Il report non segnala nuove vittime nel Pistoiese
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

CORONAVIRUS