QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 8° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
sabato 14 dicembre 2019

Cronaca giovedì 14 novembre 2019 ore 17:00

Antidepressivi per dimagrire, arrestato medico

Nelle pillole prescritte dal medico e confezionate in una farmacia pistoiese i carabinieri del Nas hanno rinvenuto sostanze psicotrope vietate



PISTOIA — Sono centinaia le ricette dove il medico, con studi medici a Torino e Pistoia, prescriveva illegalmente pillole a base di sostanze psicotrope come ansiolitici e antidepressivi per pazienti volevano dimagrire. I medicinali, vietati per legge, venivano confezionati in una farmacia nel pistoiese. Per questo i carabinieri del NAS di Firenze insieme a quella di Torino hanno arrestato ai domiciliari il medico torinese. Sottoposte alla misura dell'obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria la titolare e una dipendente di una farmacia di Pistoia.

L'indagine dei carabinieri ha preso il via a gennaio quando nel corso di una ispezione nella farmacia finita nell'indagine, i militari hanno sequestrato centinaia di ricette contenenti prescrizioni di farmaci il cui utilizzo è vietato per scopi dimagranti, tutte a firma del medico torinese specializzato in Scienza dell’Alimentazione – Indirizzo Dietologico e Dietoterapico.

Secondo quanto emerso dalla indagini il medico aveva compilato ricette contenenti prescrizioni di diverse tipologie di farmaci, anche ad azione stupefacente e psicotropa, il cui utilizzo è vietato per scopi dimagranti, attestando falsamente sulle ricette che i medicinali venivano prescritti per la cura di patologie come trattamenti di disturbi depressivi e ansia.

Nell’inchiesta sono coinvolte anche la titolare ed una dipendente della farmacia di Pistoia, le quali allestivano le preparazioni contenenti ansiolitici, antidepressivi e ormoni tiroidei, anche ad azione stupefacente.



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca