Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:PISTOIA22°35°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
sabato 20 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Geppi Cucciari contro i ladri di conghiglie e sabbia della Sardegna
Geppi Cucciari contro i ladri di conghiglie e sabbia della Sardegna

Cronaca mercoledì 19 giugno 2024 ore 19:00

Carburanti, una frode da 133 milioni di litri

guardia di finanza a un distributore di carburante

L'inchiesta è partita dalle Marche ed ha portato la guardia di finanza anche in Toscana. Sequestri per oltre 15 milioni di euro



PROVINCIA DI PISTOIA — Una frode nel commercio di carburanti per 133 milioni di litri ha portato la guardia di finanza di Ancona anche in Toscana, e più precisamente in provincia di Pistoia. Stamani è scattato un maxisequestro per 15 milioni di euro e passa tra distributori, immobili, terreni, imbarcazioni e anche un resort in Sardegna.

Su delega della procura di Trani, le Fiamme Gialle stamani oltre che nel Pistoiese hanno operato nelle province di Ascoli Piceno, Teramo, Pescara, Barletta, Reggio Emilia e Sassari

L'attività investigativa, spiega una nota della Finanza, ha portato a disarticolare un'organizzazione criminale al cui vertice è stato individuato un imprenditore pugliese.

Lo schema? La creazione di "schermi societari fittizi, del tutto inadempienti fiscalmente", per attuare "una rilevante frode fiscale nel commercio dei prodotti petroliferi e del successivo reinvestimento dei relativi proventi in attività immobiliari".

Lo schema scoperto dalla guardia di finanza

Lo schema scoperto dalla guardia di finanza

Le società di comodo in Bulgaria e Repubblica Ceca, gestite dall'organizzazione criminale, avrebbero fatto ricorso all'acquisto intracomunitario presso varie raffinerie principalmente in Slovenia, approvvigionandosi così di ingenti partite di carburante non gravate dall’Iva che però venivano fatturate a 7 società cartiere italiane che, a loro volta, non versavano all’erario l’imposta dovuta, pur incassandola dai clienti italiani e omettendone la dichiarazione.

Dopo poco tempo le società 'cartiere' venivano dismesse e sostituite con altre. A capo c'era un prestanome nullatenente. Va da sé: il carburante così ottenuto veniva rivenduto sottocosto. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sistema regionale antincendi sotto stress per fronteggiare il susseguirsi di roghi. Dalla costa all'entroterra nessun territorio è stato risparmiato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca