Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:PISTOIA9°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
lunedì 26 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

Attualità venerdì 10 novembre 2023 ore 15:05

Alluvione cresce la conta dei danni, 25 milioni nel vivaismo

Danni al vivaismo nel Pistoiese

Campagne ed aziende devastate dal maltempo. I settori pulsanti dell'economia toscana travolti da acqua e fango



PROVINCIA DI PISTOIA — “I danni sono ancora oggi imponderabili. Avremo una stima definitiva solo in primavera, alla ripresa del ciclo vegetativo delle piante. I nostri imprenditori hanno bisogno adesso del primi ristori e sostegni per poter rialzarsi in attesa di una valutazione definitiva che saremo in grado di fare più avanti insieme a modalità semplificate e tempi certi di erogazione degli aiuti”, così la presidente di Coldiretti Toscana, Letizia Cesani dopo la visita, l’ennesima in pochi giorni, tra le aziende danneggiate dall’alluvione. La presidente regionale ha visitato alcune delle imprese vivaistiche del distretto di Pistoia per raccogliere testimonianze e bisogni immediati.

Danni che interessano non solo questo settore, ma quello della campagna e degli agriturismi in generale, come le attività del tessile nel pratese e centinaia e centinaia di attività dei territori travolti da acqua e fango. Il presidente Giani nell'ultima stima ha parlato di mezzo miliardo, ma la valutazione è ancora provvisoria mentre il maltempo non molla la regione.

La presidente Cesani ha incontrato questa mattina anche l’assessore regionale alla Protezione Civile, Monia Monni mentre martedì parteciperà al tavolo convocato dall’assessora regionale all’agricoltura, Stefania Saccardi. “Momenti di confronto per rappresentare le difficoltà del nostro settore e ribadire le priorità rispetto alla liquidazione delle prime risorse e alle tempistiche”.

Coldiretti Toscana ha stimato almeno 50 milioni di danni nelle campagne dal maltempo che hanno ferito un migliaio di imprese agricole tra le province di Prato, Pistoia, Pisa, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Siena e Grosseto. Più della metà dei danni sono imputabili al settore vivaistico pistoiese. Un conto, quello paventato da Coldiretti Toscana, ancora provvisorio che non tiene conto dei danni futuri per le coltivazioni che "non riusciranno a riprendersi e che mette a nudo la grande fragilità del territorio dove il 100% dei comuni si trova in area a rischio idrogeologico, ciò nonostante la cementificazione selvaggia va avanti. Dal 2006 ben 113 ettari di aree rurali, come 80 campi da calcio, sono state trasformate in aree urbane o suburbane secondo l’ultimo rapporto Ispra" chiosano dall'associazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno