Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:11 METEO:PISTOIA16°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
giovedì 25 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Atleta iraniano di MMA prende a calci ragazza che non indossa il velo

Attualità venerdì 16 febbraio 2024 ore 19:20

Alluvione, più ampia la platea di chi può chiedere i danni

alluvione

Un'apposita legge approvata all'unanimità dal Consiglio regionale ha esteso la possibilità di ricevere ristoro ad ulteriori tipologie di beni colpiti



FIRENZE — Raggiungeranno ancora più persone i contributi di ristoro per quanti hanno subito danni negli eventi meteo del Novembre 2023: è stato reso possibile da una legge apposita, approvata all'unanimità dal Consiglio regionale nella sua ultima seduta, che include nella rimborsabilità ulteriori tipologie di beni danneggiati, ovvero quelli mobili.

Il contributo straordinario forfettario è di 3mila euro al massimo, e il contributo regionale sarà cumulabile con analoghi contributi di fonte nazionale.

L’atto, che ha ricevuto il sì unanime dell’aula con 32 voti favorevoli, è stato illustrato dalla presidente della commissione sviluppo economico Ilaria Bugetti (Pd). "Si rinvia poi ad una delibera della Giunta per la definizione di criteri e modalità della procedura di contributo e si rinvia, invece, per l’individuazione dei beneficiari del contributo, alla domanda di ricognizione e richiesta danni presentata sul portale regionale dagli interessati", specifica una nota.

“Una norma attesa – ha detto Bugetti – che va a migliorare, semplificare e arricchire la qualità e la quantità dei contributi che sono stati riconosciuti alle famiglie alluvionate in base alla legge 51 approvata a Dicembre 2023". 

“Andiamo ad ampliare la platea di persone che possono richiedere i danni e la tipologia dei ristori che possono ottenere - ha proseguito - comprendendo sia i beni mobili che quelli immobili. Il contributo rimane fissato a 3.000 euro, ma con la possibilità di dichiarare tutte le tipologie di danno registrate durante gli eventi alluvionali di novembre, comprese le auto andate distrutte”. 

Bugetti ha ricordato che accanto “ai 25milioni destinati alle famiglie e i 12milioni per le imprese, quest’ultime potranno beneficiare di una misura aggiuntiva, visto che di una parte delle spese di istruttoria si farà carico la Regione Toscana”. 

Sono state quantificate in 174mila euro le spese di gestione che gravano sugli interventi per un contributo straordinario per le attività economiche e produttive extra-agricole a carico del bilancio regionale. La cifra è stata determinata partendo dalla stima dei costi presentata da Sviluppo Toscana agli uffici regionali per la gestione degli interventi.

L’Aula ha votato all’unanimità anche un ordine del giorno, collegato alla legge, a firma Bugetti, Elena Meini (Lega) e Vittorio Fantozzi (FdI) che dà un indirizzo al regolamento della giunta per chiarire la modalità di presentazione delle domande e per capire la tipologia con cui vengono erogate le risorse: “Si danno le risorse – spiega Bugetti – anche se il bene non è stato acquistato e saranno poi gli scontrini a fare fede circa l’acquisto avvenuto”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino regionale diffuso settimanalmente registra un aumento dei ricoveri, ma nessun paziente si trova in terapia intensiva. Tutti i dettagli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità