Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:33 METEO:PISTOIA13°25°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Treviso, incidente deltaplano: il video della tragedia

Attualità lunedì 19 aprile 2021 ore 16:06

Suolo pubblico, rinnovo concessioni automatico

tavolino di un bar

Fino al termine della pandemia chi ha spazi esterni al locale non dovrà ripresentare domanda. Per i nuovi locali la procedura è semplificata



PISTOIA — Per agevolare e incentivare le occupazioni di suolo pubblico da parte di bar e ristoranti, il Comune di Pistoia ha deciso di rinnovare automaticamente, fino al perdurare della pandemia, le concessioni in atto per i dehors. Si tratta di una misura adottata a sostegno del rilancio delle attività economiche, che permette così agli esercenti di beneficiare degli ampliamenti richiesti lo scorso anno e di procedere con celerità all’allestimento degli spazi esterni nel caso in cui, dal 26 aprile, il territorio comunale rientrasse in zona gialla. Il Governo ha disposto, infatti, che a partire da lunedì nelle zone gialle bar e ristoranti potranno aprire sia a pranzo che a cena, ma solo per il servizio all’aperto.

Gli esercizi di somministrazione alimenti e bevande che non fossero ancora in possesso di una concessione per usufruire dello spazio esterno al proprio locale, possono presentare domanda seguendo la procedura semplificata. Infatti, fino al superamento delle criticità legate alla pandemia, sono ridotti a 15 giorni, dal momento di presentazione della richiesta, i termini per il rilascio delle concessioni per nuovi dehors e per l'ampliamento di quelli esistenti. La presentazione delle pratiche non prevederà il pagamento dei diritti comunali né dei bolli.

I dehors possono essere installati anche nelle vicinanze del locale, fino a una distanza di 70 metri lineari. Eccetto quelli nuovi o già ampliati lo scorso maggio, può essere prevista un’estensione fino al raddoppio della superficie precedentemente concessa. In caso di nuova installazione, lo spazio massimo concedibile è pari al doppio della superficie di somministrazione interna del locale, fino ad un massimo di 100 metri quadri. Nel caso di richieste per occupare lo stesso spazio, i due esercenti saranno invitati a proporre un progetto coordinato per la condivisione dello spazio fra le due attività.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati territoriali aggiornati alle ultime 24 ore dal report della Regione. Da inizio epidemia quasi 22mila casi accertati
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

CORONAVIRUS