Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:PISTOIA12°19°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Ad oggi l'Italia ha assegnato 11 milioni di vaccini: 3 milioni a Vietnam e Indonesia»

Attualità venerdì 09 luglio 2021 ore 14:19

"Noi pensionati discriminati da procedure online"

mani di persona anziana al computer

A mettere l'accento sulle difficoltà di chi non è propriamente un millennial nell'accedere anche ai servizi delle pubbliche amministrazioni è la Cgil



PISTOIA — Pensionati discriminati dalle procedure online: a mettere l'accento sulle difficoltà di chi non è propriamente un millennial nell'accedere anche ai servizi delle pubbliche amministrazioni è la Cgil col sindacao dei pensionati Spi, ai cui sportelli nei giorni scorsi in tanti si sono rivolti per chiedere aiuto nel presentare la domanda di accesso al bonus sociale per il servizio idrico.

"Volevano presentare domanda per il bonus acqua con scadenza il 31 luglio - spiega il segretario generale Spi Cgil Andrea Brachi in una nota - e al Comune di Pistoia la domanda può essere presentata unicamente in modalità online attraverso lo Sportello Telematico Polifunzionale, non semplice da trovare sul sito e non semplice il percorso". 

"Poi bisogna avere lo SPID oppure la carta d’identità elettronica o la Carta Nazionale dei Servizi, ma in questo caso occorre però istallare un lettore di Smart card NFC dopo, ovviamente - ricostruisce Brachi non senza vena sarcastica - avere istallato il software necessario al funzionamento del lettore. Al Comune di Pistoia ai pensionati che li si erano rivolti è stato detto di andare ai patronati".

E loro così hanno fatto. Ed ecco dunque l'allarme Cgil per le disuguaglianze generate dalle competenze digitali più o meno appannate dell'utenza: "Lo abbiamo già denunciato: la pandemia non solo ha messo a nudo diseguaglianze che già esistevano, ma le ha addirittura accentuate. Tra queste c’è il divario digitale, ossia la distanza tra chi sa usare i nuovi mezzi tecnologici e chi invece ne è escluso perché non ha gli strumenti o la conoscenza per farlo. La tecnologia diviene una nuova fonte di diseguaglianza". 

"Non vorremmo - conclude Brachi - che anche diventasse lo strumento attraverso il quale le pubbliche amministrazioni sperano di risparmiare risorse. Non è possibile pubblicare un bando il 6 di Luglio con scadenza il 31 Luglio e dare come unica possibilità di presentare la domanda quella online. Noi crediamo che sia ingiusto, assurdo, una vera e propria presa in giro. Per questo chiediamo al Comune di Pistoia e anche agli altri Comuni se hanno usato il solito sistema di rivedere la procedura".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due operai sono rimasti coinvolti in un incidente sul lavoro mentre scaricavano del materiale da un automezzo in una ditta che tratta legname
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità