comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 12°21° 
Domani 11°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
sabato 26 settembre 2020
corriere tv
Salerno, tromba d'aria si abbatte sul litorale: alberi sradicati

Attualità martedì 08 settembre 2020 ore 16:07

Mensa al via alle comunali, le statali fanno da sé

mensa

Ripartito il servizio mensa nei nidi e nelle scuole dell'infanzia comunali mentre le scuole statali decidono in autonomia la data di ripresa



PISTOIA — Il Comune di Pistoia ha precisato come è ripartito (in alcune scuole) e come ripartirà progressivamente nei prossimi giorni il servizio mensa per gli alunni. Al momento, nei nidi e nelle scuole dell’infanzia comunali, il servizio mensa è dunque ripreso regolarmente ieri, lunedì 7 settembre e, con esso, anche il servizio disdetta pasto dal portale Urbi o tramite sms.

La data di inizio del servizio di refezione all’interno delle scuole statali, invece, è decisa dal singolo comprensivo in base all’organizzazione interna, nel rispetto dell’autonomia scolastica di ogni Istituto. Sarà cura dei singoli dirigenti comunicare al Comune e alle famiglie la data di attivazione del servizio mensa nel proprio comprensivo.

Per il servizio mensa, che a Pistoia conta 5558 iscritti, vengono rispettate le prescrizioni fornite dalla Asl, a cui il Comune si era rivolto per attuare correttamente le linee guida ministeriali e organizzare il servizio.

Le regole. Occorre garantire la pulizia delle mani prima del pranzo (acqua e sapone o gel), la pulizia dei tavoli prima e dopo il pasto (a cura della Ristorart, che ha in appalto il servizio ristorazione), l’areazione dei locali, il distanziamento tra i commensali e l’utilizzo della mascherina (ad esclusione, chiaramente, del momento del pranzo) nei locali della refezione per insegnanti, collaboratori e allievi, fatta eccezione per i bambini sotto i 6 anni. C'è poi l’obbligo di sottoporre a sanificazione tutti gli oggetti, anche se non utilizzati a tavola, che potrebbero essere entrati in contatto con le mani di alunni, operatori e insegnanti. Per garantire maggiore sicurezza, saranno distribuite delle bottiglie d’acqua da mezzo litro per ogni bambino. Queste sono le linee generali, ma occorre precisare che il Comune ha dato piena disponibilità ai dirigenti scolastici per effettuare singoli sopralluoghi valutando ogni tipo di situazione, relativamente anche agli spazi a disposizione per la consumazione dei pasti e lo sporzionamento.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Imprese & Professioni