Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:37 METEO:PISTOIA20°31°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
lunedì 14 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
40,5 mln di italiani in zona bianca, le regole

Politica martedì 09 febbraio 2021 ore 09:51

Lega e maggioranza perdono pezzi

Gabriele Gori

Il capogruppo del Carroccio in consiglio comunale Gori esce dalla casa leghista sbattendo la porta e buttando le chiavi: passa all'opposizione



PISTOIA — Esce, sbatte la porta e butta le chiavi: è il capogruppo (ormai ex) della Lega in consiglio comunale a Pistoia Gabriele Gori che se ne va dal gruppo e dal partito con un amarcord al vetriolo, senza tenersi nemmeno il mazzo di chiavi dato che lascia anche la maggioranza per fondare il gruppo d'opposizione autonomo. Ne sarà capogruppo, annuncia egli stesso.

La formalizzazione di quella che Gori stesso definisce una doppia uscita avverrà nella prima seduta utile del consiglio comunale. Intanto arriva la comunicazione ufficiale motivata con divergenze rispetto alla guida della compagine leghista: "Sembra evidente - afferma dopo avere elencato una serie di esodi dal partito sul territorio provinciale - che io non sia il solo che non comprende e non condivide come i commissari operino. Ma forse la verità è che la Lega a livello provinciale politicamente non esiste, troppi i soggetti 'importati', avulsi a un territorio che non conoscono, imponendo direttive autoritarie e spesso lontano dalle realtà locali".

Quanto all'addio alla maggioranza comunale che sostiene il sindaco Alessadro Tomasi, "questa più che tradire le sue aspettative, ha tradito molte 'troppe' promesse fatte in campagna elettorale, vedi sport, smembrato in due assessori a avanza tempo, iniziative culturali quasi completamente assenti, sicurezza, top in negativo, basti pensare alla sospensioni delle notti per spostare quel personale a far multe di giorno, l’aver fatto volontariamente slittare l'introduzione del Garante alle disabilità". Gori lamenta dunque "certa arroganza di vedute, che con il tempo induce alla carenza 'assenza' di dialogo, producendo solo imposizioni uni laterali".

Gori ripercorre quindi quella che chiama "la continua emorrogia iniziata nella scorsa primavera" rispetto alla Lega: "La prima fuoriuscita illustre è stata quella dell'ex segretario provinciale Bartolomeo, ultimo Segretario eletto. Poi - rammenta Gori - 2 consiglieri del comune di San Marcello, di questi Giuseppe Montagna ora futuro candidato sindaco per il Comune di Cutigliano Abetone con una sua lista".

"Pochi mesi or sono le dimissioni del responsabile provinciale al tesseramento, in aperto contrasto con i commissari di cui non condivideva l'operato. Poi - prosegue - Bolognini Ermanno che nel Comune di Serravalle darà vita a una sua lista civica. Poi ancora lo storico militante Marco Pasquetti che il sindaco Tomasi conosce molto bene e altri eccellenti sono in rampa di lancio di uscita". 

Gori si sente insomma buon ultimo, almeno al momento. Anche quanto alla maggioranza che, ricorda: "In meno di un anno ha visto l'abbandono di 2 capigruppo e del Pagliai (Giampaolo Pagliai, ndr) anche se rimasto con un appoggio esterno". 

Conclude con l'ultima martellatina che lui definisce "un consiglio volto al bene della città". Eccolo: “Visto che la dovrete amministrare ancora per un anno e mezzo - scrive Gori riferendosi a Pistoia - fatevi un bagno di umiltà e tornate a un dialogo costruttivo e inclusivo". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da inizio epidemia le vittime sono state 627. Quasi 23mila persone residenti in provincia di Pistoia hanno contratto il virus
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità