Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:PISTOIA12°19°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Ad oggi l'Italia ha assegnato 11 milioni di vaccini: 3 milioni a Vietnam e Indonesia»

Attualità mercoledì 08 settembre 2021 ore 20:05

Publiacqua, manca il quorum per ok a multiutility

L'assemblea non ha potuto deliberare le modifiche legate alla creazione della multiutility. Assente il socio che detiene il 40 per cento del capitale



FIRENZE — L’assemblea dei soci di Publiacqua non ha potuto deliberare in merito alle modifiche statutarie collegate al progetto multiutility per mancanza del quorum. Era previsto un quorum deliberativo dei due terzi del capitale sociale.

I Soci pubblici hanno annunciato che eserciteranno il diritto ad andare avanti.

Dopo il provvedimento del Tribunale di Firenze che respingeva il ricorso di Acque Blu Fiorentine spa, socio di Publiacqua, era stata convocata l'assemblea dei soci per discutere in merito alle proposte di modifica dello statuto approvate all’unanimità dal consiglio di amministrazione lo scorso 9 Giugno 2021.

Erano presenti i soci pubblici Acqua Toscana (53,16%), Publiservizi (0,43%), e altre amministrazioni comunali per un totale del 54,922% delle azioni ma era assente il socio privato Acque Blu Fiorentine, proprietario del 40% del capitale sociale.

Acqua Toscana, attraverso il suo amministratore Simone Faggi, ha dichiarato “anche oggi Acea ha dato l’ennesima riprova di un atteggiamento ostile ad un processo di sviluppo nell’interesse di Publiacqua. Infatti con la mancata presenza nell’assemblea ha impedito la ratifica delle modifiche statutarie di Publiacqua approvate dal CDA. È evidente che l’unico obiettivo di Acea è rallentare se non ostacolare il processo di aggregazione dei soci pubblici. Poco male per noi perché i soci pubblici non sono vincolati dai comportamenti di Acea e vanno avanti lungo una strada che anche il tribunale di Firenze ha ritenuto legittima. Da parte nostra confermiamo dunque che il progetto della Multiutility sta procedendo. Abbiamo più volte auspicato che Acea fosse disponibile ad approfondire progetti che sono di interesse dell’azienda ma dobbiamo prendere atto non c’è questa disponibilità visto che una volta ha votato contro, una volta a favore, un’altra ha fatto ricorso al giudice perdendo e infine non si è presentata. Noi andiamo avanti perché il progetto che abbiamo messo in campo produrrà effetti benefici per Publiacqua e per il territorio tutto”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due operai sono rimasti coinvolti in un incidente sul lavoro mentre scaricavano del materiale da un automezzo in una ditta che tratta legname
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità