Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:45 METEO:PISTOIA8°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
sabato 22 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Primo lockdown per Kiribati

Cultura martedì 20 ottobre 2015 ore 13:50

Dal passato torna la mezzadria

Una mostra ripercorre la parabola del contratto agrario sul territorio pistoiese con le testimonianze di chi lo ha vissuto e gli oggetti del tempo



PISTOIA — Tutto nasce da un lavoro di archiviazione di materiali che costituiscono la memoria storica della mezzadria nell'area che va da Pistoia alla Valdinievole. Ma se archiviare vuol dire preservare e mettere al sicuro, allestire una mostra vuol dire valorizzare. Accade proprio questo nell'esposizione La mezzadria nel Novecento. lavoro, storia, memoria, ospitata dalle sale espositive di Palazzo Sozzifanti.

Tre le sezioni della mostra: lavoro, storia e memoria, per dare una visione complessiva di quanto fosse diffusa la mezzadria e di come progressivamente l'esigenza di modificare un rapporto di lavoro poi eliminato, abbia influito sulle rivendicazioni sindacali novecentesche. 

Alle pareti, gli oggetti utilizzati in casa e per il lavoro, due ambienti "difficilmente distinguibili nel mondo dei mezzadri", sottolinea Stefano Bartolini che dell'esposizione cura la parte storica. "Abbiamo cercato di mostrare come la pratica del "riuso", oggi propagandata per ovviare alla logica del consumo, un tempo esistesse già per evitare gli sprechi". Non a caso, tra le suppellettili in mostra, spuntano una grattugia ricavata da un tubo e un recipiente ricavato da un bossolo di cannone. 

Una sezione, a cura di Maurizio Tuci, è dedicata alle opere pittoriche che ritraggono il mondo dei mezzadri, mentre un'altra propone video con interviste a nove mezzadri che raccontano la vita nei poderi e ripercorrono le lotte che si sono susseguite negli anni. Le  interviste sono realizzate da Francesca Perugi, Giovanni Contini e Alice Vannucchi

La mostra sarà presentata giovedì 22 ottobre alle 17 nel salone delle assemblee di Palazzo de' Rossi e rimarrà aperta fino al 21 novembre. In occasione della presentazione interverranno Sergio Frosini, presidente della Fondazione Valore Lavoro, Ivano Paci, presidente della Fondazione Caript, Giovanni Contini, presidente dell'associazione italiana di Storia orale, Claudio Rosati  dell'International Council of Museums Italia. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi positivi al coronavirus sono emersi nella zona del capoluogo, in Valdinievole e in montagna. Da Febbraio 2020 più di 55mila casi. Due morti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità