Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISTOIA10°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
venerdì 02 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Lukaku in lacrime dà un pugno alla panchina dopo l'eliminazione del Belgio

Attualità domenica 14 agosto 2022 ore 18:45

West Nile, caso toscano isolato, quali sono i sintomi

Cittadini invitati dalla Asl Toscana Centro a usare zanzariere e repellenti: "Seguiamo la paziente con attenzione, condizioni stabili"



PISTOIA — Dopo la diagnosi di un caso di infezione da West Nile virus, una signora di 82 anni di Ponte Buggianese, ricoverata in condizioni stazionarie all'ospedale San Jacopo, non ci sono, al momento, i presupposti per un’allerta della popolazione. Lo conferma il Dipartimento di prevenzione dell'Asl Toscana Centro, precisando che l'82enne è un caso sporadico e isolato, seguito con tutte le attenzioni necessarie.

Sempre il Dipartimento di Prevenzione fa sapere che la sorveglianza sanitaria sarà a carattere integrato: veterinaria e umana. Relativamente agli interventi di prevenzione, le azioni consigliate sono di due tipi: 

Azioni a carattere individuale - i residenti nella zona di Ponte Buggianese, specialmente gli anziani e i soggetti immunocompromessi, sono invitati ad adottare tutte le misure utili per non farsi pungere dalle zanzare: repellenti sulla pelle esposta, zanzariere, spray a base di piretro o altri insetticidi per uso domestico.

Azione a carattere pubblico - La provincia di Pistoia è considerata, unica in Toscana, a rischio minimo di trasmissione e le linee guida nazionali escludono interventi straordinari in presenza di un solo caso. "Tuttavia l'Azienda, a scopo precauzionale, oltre ad attivare la sorveglianza prevista dal protocollo nazionale, valuterà insieme al Comune interventi di bonifica ambientale e disinfestazione" si legge in una nota della Asl.

L'INFEZIONE WEST NILE

Generalmente il virus causa sintomi lievi che possono anche passare inosservati; tuttavia nelle persone anziane o a rischio può provocare anche se raramente  una malattia grave (1 ogni 150 persone infettate) e ancor più raramente mrtale (1 ogni 1.000 persone infettate) mortale.

Il virus è trasmesso dalla puntura delle zanzare comuni (Culex pipiens), attive al crepuscolo e durante la notte.

Dopo 3-14 giorni dalla puntura di una zanzara infetta, la maggior parte delle persone non sviluppa alcun sintomo; circa il 20% delle persone ha una forma lieve simil-influenzale che può lasciare uno stato di debolezza e affaticamento.

Le persone, in particolare gli anziani ma anche coloro che sono affetti da disturbi immunitari, patologie croniche come i tumori, diabete, malattie renali, per esempio, possono sviluppare una forma grave, con meningite ed encefalite. In questi casi, la guarigione può avvenire dopo settimane o mesi e possono residuare alcuni sintomi nervosi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Stabile il numero dei posti letto occupati negli ospedali della Toscana tra reparti ordinari e terapie intensive, calano i ricoverati gravi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità