Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PISTOIA14°23°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il gelo con Macron, il rimprovero a Biden, il selfie ritoccato: il primo giorno di Meloni al G7 in Puglia

Attualità martedì 12 settembre 2023 ore 13:40

La Toscana stanzia oltre 50 milioni per i disabili gravissimi

Le risorse sono state deliberate dalla giunta regionale per interventi a supporto della permanenza di queste persone nella propria abitazione



TOSCANA — Approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle politiche sociali Serena Spinelli, una delibera con la quale stanzia 51,1 milioni destinati alle persone con gravissime disabilità per interventi a supporto della permanenza al domicilio.

Lo stanziamento, che deriva dal Fondo nazionale per le non autosufficienze, riguarda i 25,5 milioni relativi all'annualità 2022 e i 25,6 milioni dell'annualità 2023, che vengono ripartiti ai 28 ambiti territoriali sociosanitari (Società della salute e Zone distretto), che provvederanno quindi alla presa in carico e alla valutazione dei destinatari, sulla base dei bisogni di ciascuno.

"Si tratta di un tassello importante - commenta il presidente della Regione Eugenio Giani - tra quelli previsti dal Piano regionale per la non autosufficienza 2022-2024, con il quale la Regione Toscana ha programmato gli interventi in materia per il triennio. Sono iniziative che abbiamo fortemente voluto e che integrano anche per queste annualità, con un consistente finanziamento, quanto previsto dai livelli essenziali di assistenza. Il nostro obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita delle persone, anziani o disabili gravi, che hanno bisogno di un aiuto per poter condurre una vita normale".

Ai destinatari andrà un contributo variabile da un minimo di 900 euro ad un massimo di 1.200 euro al mese, se il contributo sarà finalizzato all’assunzione di un assistente personale, e da 800 a 1.100 euro se il contributo sarà erogato nei termini di assegno di cura a favore di persone di minore età, i cui genitori si assumono l’onere dell’assistenza e per i quali non sia possibile sottoscrivere un contratto di lavoro. Tra gli interventi previsti anche attività di assistenza domiciliare diretta e periodi di temporanei di sollievo in strutture sociosanitarie, quando questi siano effettivamente complementari ai percorsi domiciliari.

"Con queste risorse e con le relative linee d'indirizzo, alle quali abbiamo dato una maggiore flessibilità di utilizzo per migliorare la capacità di costruire risposte sempre più personalizzate sulla base dei bisogni e dei diritti della persone con gravissime disabilità e delle loro famiglie, la Toscana prosegue con il percorso di attuazione del piano regionale per la non autosufficienza, che abbiamo adottato nello scorso marzo e che contiene il quadro complessivo triennale delle risorse e degli interventi destinati a quelle che sono le maggiori fragilità, dalle persone anziane a quelle con disabilità" aggiunge Spinelli,

Le persone con gravissime disabilità alle quali è stata data una risposta in termini di contributo per il sostegno all'assistenza al domicilio sono ad oggi oltre 2.000 in tutta la regione. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle strutture i cittadini con patologie potranno fare esercizio fisico mirato con professionisti qualificati. Via libera dal Consiglio regionale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità