Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:00 METEO:PISTOIA14°23°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro 2024, quali sono le squadre favorite per la vittoria

Cronaca lunedì 29 maggio 2017 ore 16:55

Morì sotto al blocco di cemento, due condanne

Due anni di reclusione, con pena sospesa, per gli imputati per la morte Gino Nisticò, l'operaio che perse la vita decapitato da un muro di cemento



PISTOIA — Gino Nisticò perse la vita nel novembre del 2010 in un incidente sul lavoro: rimase decapitato da un muro di cemento armato. E oggi, dopo sette anni, sono arrivate le condanne. 

Due anni di reclusione (pena sospesa) per i due imputati condannati in primo grado, Franco Lolli, amministratore della società immobiliare S.Agostino, proprietaria dell'immobile, e per il socio Roberto Tonti. La condanna è per omicidio colposo per violazione delle norme in materia antinfortunistica. Condannata al risarcimento dei danni anche la società immobiliare.

Gino Nisticò, artigiano di 65 anni, perse la vita l'11 novembre 2010, schiacciato da un muro di cemento armato che gli crollò addosso mentre stava lavorando in appoggio ad una ditta di infissi che doveva sostituire una grande finestra di un laboratorio di pasticceria nell'area industriale di S.Agostino a Pistoia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle strutture i cittadini con patologie potranno fare esercizio fisico mirato con professionisti qualificati. Via libera dal Consiglio regionale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità