Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISTOIA22°31°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
giovedì 18 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo, la ruota panoramica di Piombino in mezzo alla furia del vento: volano via le cabine

Cronaca giovedì 16 dicembre 2021 ore 09:16

Azienda fallita ma conti all'estero, maxisequestro

finanza

Supera il milione di euro il valore delle ville sequestrate tra Pescia e Pietrasanta agli ex manager di una società lucchese fallita nel 2018



LUCCA — L'azienda dichiarata fallita e contemporaneamente conti e società all'estero, tra Svizzera e Liechtestein, col riscontro di distrazioni finanziarie per oltre 6,5 milioni di euro. E' l'inchiesta che aveva portato nel Gennaio scorso la Guardia di finanza del comando provinciale di Lucca a denunciare a vario titolo 4 componenti del consiglio di amministrazione dell'impresa lucchese di cui era stato dichiarato il fallimento nel 2018. Le accuse erano di bancarotta fraudolenta per i 4, e per due tra loro anche di autoriciclaggio.

Ebbene, adesso i militari hanno dato esecuzione - su disposizione del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Pistoia - a una misura cautelare reale con il sequestro preventivo di beni per oltre 1 milione di euro nei confronti di due ex manager. In particolare sono finite sotto sequestro tre ville: 2 a Pescia e una a Pietrasanta del valore complessivo di 1.005.492 euro.

Lo scorso anno, nel corso delle indagini, erano stati eseguiti accertamenti bancari, ispezioni contabili presso l’impresa fallita e due rogatorie internazionali in Svizzera e in Liechtenstein dove si trovavano conti correnti e due società che detenevano giuridicamente diversi beni immobili collocati sul territorio nazionale e risultati nella disponibilità degli indagati. La Finanza ha appurato che proprio quegli immobili erano stati solo strumentalmente intestati alle due società straniere, così da mascherarne l'effettiva titolarità. Quindi per gli ex manager erano scattate le denunce presso la procura di Pistoia, provincia di residenza di questi ultimi, per il reato di dichiarazione infedele.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La selezione avverrà per titoli ed esami e per candidarsi la procedura è online. Tutti i requisiti e i termini di presentazione delle domande
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca