Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:33 METEO:PISTOIA13°25°  QuiNews.net
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
lunedì 10 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Treviso, incidente deltaplano: il video della tragedia

Attualità venerdì 26 febbraio 2021 ore 19:25

Dispersi sotto la valanga ma è un'esercitazione

Una fase delle esercitazioni
Una fase delle esercitazioni

Tre giorni in Val di Luce per i vigili del fuoco del nucleo elicotteri di Arezzo e del comando di Pistoia per essere pronti alle emergenze sulla neve



ABETONE CUTIGLIANO — Hanno cercato dispersi travolti da una valanga, testato piccozze e ramponi, effettuato manovre con mille barelle e disseppellito un manichino. Sì sì: un manichino. E questi sono solo alcuni dei cimenti su cui si sono esercitati per tre giorni in Val di Luce, nel comune di Abetone Cutigliano, i vigili del fuoco Saf 2B del nucleo elicotteri dei vigili del fuoco di Arezzo, in collaborazione con il personale del comando dei vigili del fuoco di Pistoia.

Le esercitazioni si sono svolte dal 22 al 25 febbraio e hanno coinvolto tutto il personale elisoccorritore della Direzione Regionale Toscana. Oltre al mantenimento delle tecniche specifiche e di sicurezza per gli operatori, le esercitazioni hanno previsto diversi scenari d’intervento: la progressione in conserva su pendii innevati/ghiacciati con l’utilizzo di ramponi e piccozza; la ricerca di persone travolte da valanghe con il raggiungimento di punti cartografici tramite l’uso del GPS e successivamente con l’utilizzo di pala sonda e dispostivi Artva (Apparecchio di Ricerca dei Travolti in VAlanga) e successivo disseppellimento di un manichino con le adeguate attenzioni sanitarie come previsto dalle direttive Tpss (Tecniche di Primo Soccorso Sanitario), con procedure di stabilizzazione dell’infortunato e valutazione di eventuali patologie inerenti ad uno scenario del genere, come ipotermia o congelamento.

Per testare l’efficacia di nuovi presidi sanitari sono state effettuate manovre di soccorso e di recupero con diverse tipologie di barelle, adottando le opportune procedure Saf (Speleo Alpino Fluviale) con la realizzazione di ancoraggi sulla neve. Durante l’attività di esercitazione il personale ha effettuato la simulazione di evacuazione di un impianto di risalita sulla seggiovia Tre Potenze, messa a disposizione dal gestore della stazione sciistica Val di Luce. Sono state inoltre presentate attrezzature di nuova acquisizione, come dotazioni di squadra del nuovo modulo Neve/Ghiaccio, ed un nuovo impianto Artva composto da una centralina di addestramento per l’utilizzo di tali dispositivi, da impiegare su ricerca di persone disperse in occasione di valanghe.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da inizio epidemia quasi 22mila persone residenti in provincia hanno contratto il virus. Il report non segnala nuove vittime nel Pistoiese
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

CORONAVIRUS