QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 22°34° 
Domani 20°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
sabato 25 giugno 2016

Attualità sabato 06 febbraio 2016 ore 18:13

Meningite, le dosi di vaccino non bastano

Il segretario del sindacato Fimmg di Pistoia spiega che al momento le richieste superano l'approvvigionamento disponibile

PISTOIA — Nell'immediato salteranno alcune sedute di vaccinazione perché "i vaccini in distribuzione al territorio non sono arrivati". Questo il senso del discorso di Massimo Niccolai, segretario della Fimmg di Pistoia. E questo, spiega in una nota lo stesso Niccolai, vanifica l'impegno preso da medici di famiglia e della continuità assistenziale.

"Lasciando ai patologi ed agli Infettivologi i pareri sulle cause della diffusione della malattia - spiega il segretario nella nota - devo esprimere il dissenso della mia categoria su quanto dichiarato recentissimamente dall'assessore alla Sanità regionale Saccardi riguardo l'approvvigionamento e la distribuzione dei vaccini".

"Se da un lato si può apprezzare che la Regione si è molto mossa per la prosecuzione gratuita della vaccinazione fino ai 45 anni e per il reperimento e l'acquisto (oneroso) dei vaccini, non si può però affermare con enfasi che le dosi distribuite alle Asl sono sufficienti, sia per ora che per i prossimi mesi, in quanto la realtà è assai ben diversa", prosegue Niccolai.

Questo per una questione numerica, precisa ancora il segretario della Fimmg: "Gli ambulatori vaccinali dell'azienda , pur forniti di vaccini, scoppiano dagli appuntamenti, che in questo momento vanno oltre la metà di marzo e purtroppo chi come al solito si è reso disponibile ad alleviare i disagi della popolazione, ovvero la gran parte dei medici di famiglia unita ad un gruppo gruppo di medici della continuità assistenziale, unione che ha reso possibile la distribuzione dei vaccini sia durante le sedute ambulatoriali, che in ambulatori dedicati, si trova nella impossibilità di svolgere a pieno regime il servizio per la difficoltà di reperimento delle dosi".

"Al momento attuale ci sono sedute dedicate, programmate per la prossima settimana - aggiunge Niccolai - che andranno disdette perché i vaccini in distribuzione al territorio non sono arrivati e non se ne prevede alcun reperimento fino al 15 Febbraio prossimo". 

"Come ultima notazione personale infine, avrei molto gradito che da parte della Regione Toscana fosse stata prevista anche una vaccinazione gratuita dei sanitari del territorio che, in ultima analisi, è stato il punto forte della vaccinazione antimeningococcica e a fronte di ciò non posso dar torto a qualche collega che, inizialmente disposto a dare una mano, adesso si tira indietro, visto il grave disagio organizzativo e la scarsa considerazione dei vertici Regionali nei confronti della categoria".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità