QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 21°24° 
Domani 20°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
giovedì 25 agosto 2016

Attualità venerdì 25 marzo 2016 ore 13:33

La mannaia sull'evasione ridà ossigeno alle casse

Il sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli

Via libera della Giunta comunale al bilancio 2016 prima dell'approvazione in aula. Spinta su cultura, turismo e manutenzione del territorio

PISTOIA — Guardando ai numeri, il preconsuntivo 2015 approvato nella stessa seduta della Giunta, mostra una diminuzione dello squilibrio di bilancio che passa da 1.773.000 euro nel 2013 a 1,2 milioni nel 2014 fino ai 900 mila euro nel 2015, il tutto interamente assorbito nelle previsioni di bilancio 2016-2017. 

I nodi su cui si concentra l'azione di risanamento, spiega il Comune, sono il recupero dei crediti e la lotta all’evasione, concentrata soprattutto su sanzioni e tariffe, in particolare quella sui rifiuti. Dimezzato anche il fondo crediti di dubbia esigibilità, passato da oltre 9 milioni a 5 milioni di euro.

Sul fronte degli investimenti, si punta su verde pubblico, patrimonio e artistico-architettonico. Nell'elenco delle priorità, infatti, entrano anzitutto cultura e turismo in vista anche dell'appuntamento con la Capitale della cultura 2017: gli investimenti complessivi previsti ammontano a 8.571.000 euro con cofinanziamento da soggetti pubblici e privati per 4.645.000 euro.

Seguono il verde e manutenzione del territorio con 600mila euro per la riqualificazione complessiva delle aree a verde pubblico, 590mila euro per il parco della Resistenza, 300mila euro per il Villone Puccini, 300mila euro per il parco della Rana. 

Poi ci sono i servizi educativi dove si confermano i servizi offerti mentre si avvia anche la loro riorganizzazione in un'ottica di flessibilità e adeguamento ai bisogni delle famiglie.

Prosegue anche il contenimento dei costi energetici e l'abbattimento della spesa interna.

Tra le novità più significative in materia di tassazione, il cambiamento più rilevante riguarda l’abolizione della Tasi, che comporterà una diminuzione della pressione fiscale di 5.800.000 euro.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità