QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 19° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
giovedì 15 novembre 2018

Cronaca giovedì 16 agosto 2018 ore 14:15

Crollo del ponte, nuovi soccorritori dalla Toscana

Distaccati a Genova 12 agenti della polizia municipale livornese. Da Pisa, Pistoia, Grosseto, Firenze e Siena una nuova squadra di vigili del fuoco



GENOVA — La Toscana continua a inviare i proprio soccorritori per scavare tra le macerie del ponte Morandi, crollato alla vigilia di Ferragosto. Quattro le vittime toscane accertate mentre ancora si cercano almeno dieci dispersi sotto agli enormi pezzi del ponte che fino a tre giorni fa era la porta per entrare nel capoluogo ligure e andare verso la Francia.

Il sindaco del Comune di Livorno Filippo Nogarin ha annunciato su Facebook l'invio di dodici agenti della polizia municipale, distaccati per tre giorni a Genova. "Sono ormai 39 le vittime del terribile crollo del ponte Morandi - ha scritto Nogarin - Esprimo a nome di tutta la città le nostre condoglianze ai familiari, così come la nostra vicinanza agli sfollati e a tutta la città. Livorno è a Genova, non solo con il cuore".

Nogarin ha poi ringraziato "gli appartenenti al corpo di polizia municipale di Livorno che concretamente si sono messi a disposizione per dare sostanza al sostegno che ho garantito al sindaco Bucci durante il nostro dialogo di poco successivo al crollo del ponte Morandi. Dopo quella telefonata, i due comandanti di polizia municipale e protezione civile hanno concordato coi loro rispettivi di Genova l'entità e la tipologia del nostro intervento di assistenza - scrive ancora il sindaco - e, dopo aver ricevuto il nulla osta della prefettura, dodici dei nostri appartenenti al corpo di polizia municipale di Livorno sono partiti per Genova, dove resteranno in assistenza ai colleghi del capoluogo ligure, per tre giorni".

Da Lucca, intanto, il comando provinciale dei vigili del fuoco ha annunciato di aver inviato altro personale nel capoluogo ligure. In particolare, si tratta di un funzionario e unità cinofile. Da Lucca è partita anche l'attrezzatura specialistica come il georadar per un monitoraggio delle parti non crollate del ponte Morandi.

Dal comando provinciale di Pisa, poi, è in partenza un nuovo team Usar specializzato nella ricerca di persone disperse sotto alle macerie. Il personale darà il cambio ai colleghi partiti nei giorni scorsi, subito dopo il disastro. Ne fanno parte 36 unità:17 da Pisa, 14 da Firenze, due da Grosseto e una di Pistoia, alla quale si aggiungono le due unità cinofile provenienti da Lucca e Siena.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità