comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 12°23° 
Domani 11°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
venerdì 10 aprile 2020
corriere tv
Emergenza coronavirus, Papa Francesco telefona a sorpresa in diretta: «Penso alle tante persone crocifisse da questa pandemia»

Attualità martedì 25 febbraio 2020 ore 11:45

Coronavirus, Borrelli conferma due casi in Toscana

Si tratta di un informatico di 49 anni di Pescia e di un imprenditore fiorentino di 63 anni. Sono entrambi ricoverati in isolamento



FIRENZE — Il commissario per l'emergenza coronavirus Angelo Borrelli ha confermato i primi due casi in Toscana di persone contagiate dal coronavirus. La conferma definitiva arriverà con la validazione dell'Istituto superiore di Sanità, attesa in giornata.

Il primo caso risultato positivo è un informatico di 49 anni residente a Pescia e  rientrato in Valdinievole giovedì 20 Febbraio da Codogno, epicentro di uno dei due focolai di infezione in Italia, dove aveva  soggiornato per tre giorni per lavoro. Il giorno dopo, venerdì, il 49enne si sarebbe recato nella sede della azienda, situata a Massa e Cozzile, e successivamente, su indicazione del medico di famiglia, si sarebbe messo in isolamento volontario a casa. Lunedì mattina, a seguito di un picco febbrile, è stato trasferito all'ospedale di Pistoia dove è stato ricoverato in isolamento. Le sue condizioni di salute sono buone

L'altro caso è invece un imprenditore fiorentino di 63 anni che ieri mattina si è presentato all'ospedale di Santa Maria Nuova di Firenze con i sintomi influenzali e difficoltà respiratoria ed è stato sottoposto a due tamponi, il primo risultato negativo e il secondo positivo. L'uomo sarebbe tornato a Firenze da Singapore nel mese di gennaio ma successivamente avrebbe avuto contatti con un'altra persona  rientrata in Toscana dai paesi asiatici. Il 63enne è ora ricoverato in isolamento nel reparto malattie infettive dell'ospedale di Ponte a Niccheri. E' in condizioni stabili e non intubato.  

L'Azienda sanitaria ha già effettuato l'indagine epidemiologica per individuare tutti coloro che sono entrati in contatto negli ultimi 14 giorni con i due uomini che si sono ammalati di influenza da coronavirus, a partire dai familiari. Le persone contattate sono già state sottoposte all'isolamento presso la loro abitazione con sorveglianza attiva da parte dei sanitari.

E' risultata invece negativa ai test la donna di mezza età che ieri sera è stata prelevata dalla stazione di Santa Maria Novella dopo che aveva avuto un violento attacco di tosse a bordo di un treno partito da Venezia (vedi articolo allegato). Trasportata all'ospedale di Careggi è stata sottoposta agli accertamenti del caso ma l'esito è stato negativo e almeno per lei l'allarme è rientrato.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità