QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 22°31° 
Domani 20°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
martedì 26 luglio 2016

Attualità lunedì 01 febbraio 2016 ore 06:30

È guerra sui vincoli ambientali

In una nota la consigliera comunale di Fdi/An Elena Bardelli spiega il no del suo gruppo alla variante al piano di classificazione acustica

SERRAVALLE PISTOIESE — La variante è stata adottata nell'ultimo Consiglio comunale a Serravalle. 

"La motivazione della variante - spiega la nota - così come è stata spiegata, sarebbe l'aggiornamento delle carte riguardanti la zona della ex-cava Bruni e aree circostanti, operazione che il Comune avrebbe dovuto effettuare a partire dal 2004, inserendole a partire dalla classe acustica II in classe IV". 

"In realtà - prosegue Elena Bardelli - si ha proprio tutta l'impressione che tale modifica, guarda caso operata poco prima dell'inizio degli interventi di recupero ambientale della cava, affidati mediante convenzione alla società Serravalle Ambiente, venga adottata adesso per poter permettere i lavori di riempimento. Ci preme sottolineare, come abbiamo fatto anche in Consiglio, che si tratta ancora una volta di una decisione della giunta presa sul momento per ovviare ai problemi nati da una scarsa capacità di progettazione della propria azione politico-amministrativa".

"Il Piano di classificazione acustica è un importante strumento del Comune per la pianificazione urbana e non viceversa. Ci sembra invece che la giunta decida prima cosa intende realizzare indipendentemente dai vincoli ambientali, per poi modificarli a proprio piacimento se non rendono possibili le sue intenzioni. Ma è in fase di pianificazione che occorre tenere presenti tutti i vincoli, realizzando ciò che è permesso dalle regole ambientali".

"Se davvero si fosse trattato solo di aggiornamento delle carte, questo doveva essere fatto prima di stipulare la convenzione con Serravalle Ambiente - conclude la nota - Più volte abbiamo sentito il sindaco ripetere che le regole vanno rispettate. Giustissimo. Cominci la giunta allora a rispettarle e non a modificarle ad hoc, per piegarle alla propria volontà".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità