QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 17°27° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
venerdì 22 giugno 2018

Attualità venerdì 29 dicembre 2017 ore 12:00

Pm10 troppo alte, scatta l'ordinanza

Il provvedimento vieta fuochi all'aperto e raccomanda di limitare riscaldamenti e auto. Adottato da Pistoia, Quarrata, Serravalle, Agliana e Montale



PISTOIA — Nella mattinata odierna, Arpat ha comunicato che nell'area della Piana Prato Pistoia negli ultimi sette giorni sono stati rilevati cinque superamenti del valore limite della media giornaliera del Pm10. L'agenzia ha attribuito alla zona il valore 2 all'indice di criticità per la qualità dell'aria.

Di pari passo alla comunicazione di Arpat, così come prevede il piano di azione comunale, i comuni di Pistoia, Serravalle Pistoiese, Agliana e Montale hanno emesso un'ordinanza sindacale per l'attivazione dei provvedimenti e dei divieti utili a migliorare la qualità dell'aria nella zona della Piana Prato-Pistoia.

E’ stato disposto il divieto di utilizzare la legna in caminetti aperti e stufe tradizionali a legna, a meno che questi non siano l'unica fonte di riscaldamento dell'abitazione e con l’esclusione delle aree non metanizzate. È stato inoltre ribadito il divieto, già contenuto nell'ordinanza in vigore dal 1 novembre 2017 al 31 marzo 2018, di accensione di fuochi all'aperto e abbruciamento di sfalci, potature, residui vegetali o simili, nelle aree del territorio comunale poste a quota inferiore a 200 metri sul livello del mare.

Nel provvedimento si ribadisce inoltre la necessità di adottare comportamenti virtuosi per ridurre le emissioni, come contenere i consumi energetici; evitare sprechi nella gestione degli impianti di riscaldamento, attraverso una corretta regolazione degli orari di accensione, il controllo della temperatura massima, la corretta gestione degli accessi ai locali pubblici e esercizi commerciali; utilizzare il più possibile i mezzi pubblici o mezzi di trasporto non inquinanti negli spostamenti; utilizzare in modo condiviso i mezzi privati di spostamento, per diminuire il numero dei veicoli circolanti (carpooling).

Viene inoltre ricordato l’obbligo di rispettare le disposizioni presenti nel Codice della Strada relative alla necessità di spegnimento dei motori dei veicoli in sosta.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca