QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 20°33° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
sabato 24 giugno 2017

Attualità mercoledì 14 giugno 2017 ore 17:30

La municipale mette all'asta oggetti smarriti

Appuntamento a sabato 17 giugno al comando della polizia. In vendita biciclette, cellulari e un tablet

PISTOIA — Dieci biciclette, nove cellulari e un tablet. Sono questi gli oggetti smarriti che verranno messi all’asta sabato 17 giugno a partire dalle 9 al comando della polizia municipale in via Sandro Pertini 679. Si tratta di oggetti che sono stati ritrovati sul territorio comunale che nessuno ha reclamato.

Prima di procedere alla vendita all’incanto, la lista degli articoli pervenuti alla Polizia Municipale è rimasta affissa all’albo pretorio del Comune per oltre un anno, così da poter essere consultata dai cittadini. Tutti gli oggetti possono essere visionati nel garage del Comando venerdì 16 giugno dalle 8 alle 20 e un’ora prima dell’avvio dell’asta.

La polizia municipale riceve, cataloga e custodisce gli oggetti e i documenti smarriti e ritrovati sul territorio comunale. Per gli articoli di cui può essere accertata l’effettiva proprietà, l’ufficio contatta gli intestatari o i proprietari e li avverte del ritrovamento. Per gli altri oggetti rinvenuti, l’ufficio provvede a restituirli a chi, dichiarando di esserne il proprietario, presenta il verbale di denuncia di smarrimento o furto dell'oggetto rilasciato dalle forze dell'ordine.

Gli articoli ritrovati sono custoditi in parte negli uffici della polizia municipale e in parte – quelli più voluminosi, come le biciclette – al cantiere comunale. Per questo motivo, i cittadini che hanno smarrito qualcosa e intendono visionare il materiale custodito al Comando possono prendere un appuntamento con l’ufficio permessi della Polizia Municipale.

Modalità di svolgimento. Durante l’asta pubblica il personale del Comando di via Pertini mostra gli oggetti, mettendoli in vendita a un prezzo minimo e spesso soltanto simbolico (una bicicletta può partire anche da 5 euro). I potenziali compratori, alla ricerca di un buon affare da concludere, potranno valutare lo stato e la qualità del prodotto e presentare la propria offerta, al rialzo. Si aggiudicherà l’articolo chi avrà proposto il prezzo più alto, prospettando una seconda vita a quanto acquistato. I lotti che non verranno comperati, se ancora in buone condizioni, saranno messi in vendita all’asta successiva.

Chi può partecipare. L’asta degli oggetti smarriti è pubblica e aperta a tutti i potenziali interessati, purché maggiorenni. L’acquisto si conclude, infatti, con la stipula di una sorta di contratto che sancisce il passaggio di proprietà.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Cronaca