QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 11°11° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
martedì 12 dicembre 2017

Attualità giovedì 30 novembre 2017 ore 15:18

Per cinquemila visite cardiologiche in più

L'incremento è stato reso possibile dalla collaborazione fra Careggi e l’Ausl Toscana Centro. L'assessore Saccardi: "Una rivoluzione a costo zero"

FIRENZE — Cinquemila visite cardiologiche all'anno prenotate all'ospedale Careggi di Firenze direttamente dai medici curanti dell’area vasta. A rendere possibile questo obiettivo è la collaborazione instaurata fra l’Azienda ospedaliero-universitaria fiorentina e l’Ausl Toscana Centro per mettere a disposizione i cardiologi di Careggi fino ad ora impegnati prevalentemente nelle attività ambulatoriali interne di Firenze, Prato, Empoli e Pistoia.

Il nuovo modello organizzativo per abbattere le liste di attesa e semplificare l’accesso alle prestazioni ambulatoriali è stato presentato dall’assessore alla salute della Toscana Stefania Saccardi nel corso di una conferenza stampa congiunta con il direttore generale Ausl Toscana Centro Paolo Morello e il direttore generale di Careggi Monica Calamai.

"E' una rivoluzione a costo zero che grazie ad una riorganizzazione collaborativa tra professionisti e strutture ha consentito di prenotare direttamente dal medico di famiglia la visita specialistica cardiologica con elettrocardiogramma ed ecocardiogramma, entro tre giorni - ha spiegato Saccardi - E’ un modello toscano di risposta alle liste di attesa che non si basa sull’aumento indiscriminato dell’offerta ma sulla creazione di percorsi che ottimizzano le risorse esistenti, consentendo anche di ridurre la pressione sui pronto soccorsi".

Il protocollo di collaborazione nasce da un'esperienza messa a punto dalla Azienda USL Toscana Centro che ha strutturato le liste di attesa per visita cardiologica non più a livello temporale ma con priorità clinica (urgenti, brevi, differibili e programmabili). 

Il punto qualificante è il Fast track (percorso veloce) cardiologico per le richieste urgenti con il quale il medico curante, attraverso un numero verde dedicato, può prenotare la consulenza cardiologica (visita + Ecg+ Ecocardiogramma) direttamente a un helpdesk esperto che risponde in pochi secondi; con questo sistema la prestazione viene garantita entro 24-48 ore evitando, per le urgenze differibili, il ricorso al pronto soccorso. Sono messi a disposizione dei medici di medicina generale 80 posti a settimana, integrando le disponibilità di Careggi con quelle dell’Azienda Toscana Centro.

"Siamo partiti dalla cardiologia - ha sottolineato il direttore dell’Ausl Toscana Centro Paolo Morello - A breve, con l’indispensabile coinvolgimento e contributo dei medici di famiglia, si potranno prenotare anche altre specialità e prestazioni diagnostiche, con un modello che si allargherà progressivamente a buona parte delle attività".

"Una volta che lo specialista avrà accertato le condizioni del paziente - ha concluso il dg di Careggi, Monica Calamai -  quest'ultimo potrà tornare dal medico di famiglia se l’esito degli esami consentirà un livello di assistenza non specialistico oppure potrà proseguire direttamente in un percorso assistenziale e diagnostico di secondo livello nell’ambito delle strutture di Carteggi o dell’Azienda Sanitaria".

A partire dal mese di ottobre il circuito del Cup Metropolitano può disporre di una ulteriore quota di offerta ambulatoriale cardiologica da parte di Careggi, che contribuisce a garantire anche quote di prestazioni per utenti con priorità breve (entro 10 giorni) e differita (entro 30 giorni). 

In questo modo l’ospedale di Careggi e l’Azienda Toscana Centro hanno praticamente azzerato le liste di attesa cardiologiche per il territorio fiorentino rispondendo in maniera tempestiva e clinicamente corretta alle esigenze del territorio.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità