QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 3° 
Domani -6°5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
sabato 15 dicembre 2018

Attualità martedì 20 giugno 2017 ore 18:51

Detenuti in pellegrinaggio da Pistoia a Roma

Il gruppo di sette carcerati romani partirà mercoledì 21 giugno dalla cattedrale nel nome di San Jacopo, attraverso la via Francigena



PISTOIA — Sulle vie della fede per riflettere sulla propria vita, i propri errori ed avere la possibilità di redenzione. È questa l'idea che sta alla base dell'iniziativa che vede coinvolte Diocesi di Pistoia, Confraternita di San Jacopo di Perugia e alcune carceri del Lazio. 

Mercoledì 21 giugno, nella memoria liturgica di Sant'Atto, partirà dalla Cattedrale pistoiese di San Zeno un gruppo di sette carcerati romani per compiere un pellegrinaggio a piedi fino a Roma lungo la via Francigena

"L'iniziativa - spiega una nota della Diocesi di Pistoia - nasce dalla cooperazione tra Diocesi di Pistoia, Confraternita di San Jacopo di Compostela (con sede a Perugia) e le strutture penitenziarie Rebibbia Nuovo Complesso, Terza Casa Reclusione e Rebibbia Casa Circondariale, coordinate da Cinzia Calandrino, provveditore regionale dell'amministrazione penitenziaria per il Lazio l'Abruzzo e il Molise".

"Lo scopo dei pellegrinaggi giudiziari - spiega Marina Binda, avvocato e membro della Confraternita di San Jacopo - è essenzialmente favorire il processo di reinserimento dei detenuti nella società civile. La reiterazione dei reati rappresenta un altissimo costo per lo Stato e anche per questa ragione le istituzioni civili sono interessate a questi progetti. Durante il pellegrinaggio non ci sono detenuti, non ci sono volontari - continua l'avvocato Binda - diveniamo, o tentiamo di diventare, un'anima sola. Tutti al servizio l'uno dell'altro, senza distinzioni".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca