QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISTOIA
Oggi 18°31° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pistoia, Cronaca, Sport, Notizie Locali pistoia
giovedì 21 giugno 2018

Attualità giovedì 29 ottobre 2015 ore 19:00

Partecipazione attiva, l'affondo di Pistoia Domani

Dura presa di posizione del gruppo consiliare sul nuovo regolamento presentato dal Comune in materia di gestione dei beni cittadini



PISTOIA — Il regolamento è stato presentato ieri dall'amministrazione pistoiese con l'idea di coinvolgere direttamente i cittadini nella gestione dei beni comuni, stabilendo parametri e norme. 

Sulla questione, è intervenuto il gruppo consiliare "Pistoia Domani" con una nota diffusa dalla capogruppo Margherita Semplici: "Perfettamente in linea con una politica del diversivo, mentre in Città i muri crollano, interi quartieri e, persino gli asili, si allagano appena piove, impianti sportivi del territorio sono di fatto inutilizzabili (pensiamo alla Piscina Fedi), il Sindaco e l’Assessore Belliti non hanno di meglio da fare che annunciare un bel regolamento sulla partecipazione alla gestione dei beni comuni, magari per veder di riuscire a scaricare un po’ della loro responsabilità amministrativa sui cittadini".

"Con il sorprendente tempismo che contraddistingue le azioni del Sindaco e della Giunta - prosegue il comunicato - è stato presentato in pompa magna alla stampa il “Regolamento della partecipazione attiva per la collaborazione dei cittadini alla cura dei beni comuni”, prima che di tale proposta fosse stato messo al corrente il Consiglio Comunale, unico titolare, per legge, della potestà regolamentare".

"Invece di governare, continuano a filosofeggiare chiamando in Città qualche altro Solone (a pagamento?) e lo fanno usurpando con la solita arroganza il ruolo del Consiglio Comunale, il vero luogo deputato al confronto e alla rappresentanza dei cittadini: hanno scelto deliberatamente di estromettere il Consiglio Comunale dal fantomatico percorso di partecipazione annunciato avendo fissato gli incontri non nella sede propria, la Commissione, ma nelle stanze della Giunta in orari in cui i Consiglieri Comunali hanno impegni istituzionali (uno su tutti la Commissione Urbanistica)".

"Del tutto incuranti dei basilari principi democratici, invece di svolgere i propri compiti di organo esecutivo, il Sindaco e la Giunta rinunciano a risolvere i veri problemi di un’economia locale ferma al palo e di una macchina amministrativa del tutto bloccata per dibattere ipotesi di regolamenti di dubbia utilità, mentre altri regolamenti davvero di rilievo per la vita dei cittadini, non ci sono o languono nelle Commissioni".

"Ora è finalmente chiaro anche il reale senso della nomina in Giunta di Palagi: liberare il Sindaco (edilizia privata) e l’Assessore Belliti (bilancio) da molte responsabilità istituzionali così da consentir loro di concentrarsi su provvedimenti come questo che trasudano demagogia e altro non sono se non manifesti di una campagna elettorale iniziata troppo presto e sulla pelle del Consiglio Comunale e dei cittadini stessi".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca